Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA MONDRAGONE – AFFRANCO DEI TERRENI, LA GAFFE dell’assessore Corvino smentito dal commissario prefettizio Contarino di Castel Volturno


      Dopo un incontro con una delegazione di esponenti politici e associativi di Castel Volturno guidata da Cesare Diana, il reggente straordinario della cittadina del Basso Volturno sul caso Usi Civici cita il caso dello sconto con il consigliere Piazza adducendo: “ la società incaricata dal Comune di Mondragone non è quella di cui si avvale il […]

     

    Nelle foto, da sinistra, l’assessore Corvino, il consigliere Piazza e il commissario Contarino di Castel Volturno

    Dopo un incontro con una delegazione di esponenti politici e associativi di Castel Volturno guidata da Cesare Diana, il reggente straordinario della cittadina del Basso Volturno sul caso Usi Civici cita il caso dello sconto con il consigliere Piazza adducendo: “ la società incaricata dal Comune di Mondragone non è quella di cui si avvale il Comune di Castel Volturno”

    MONDRAGONE - Vi ricordate lo scontro politico che per giorni caratterizzò lo scenario politico di Mondragone sulla questione Affranco dei Terreni, in cui presero parte il consigliere Giuseppe Piazza di Forza Italia e l’assessore Corvino? No…? Allora vi aiutiamo noi (CLICCA QUI PER LEGGERE IL PRIMO ARTICOLO) (CLICCA QUI PER LEGGERE IL SECONDO ARTICOLO) (CLICCA QUI PER LEGGERE IL TERZO ARTICOLO) (CLICCA QUI PER LEGGERE IL QUARTO ARTICOLO).

    Ebbene nell’ultimo articolo dell’assessore mondragonese Corvino veniva precisato, in risposta alla provocazione del consigliere Piazza “di prendere ad esempio la procedura dei commissari adottata a Castel Volturno per l’affranco dei terreni”, che il Comune ai piedi del Petrino aveva incaricato, guarda caso la ditta Voccia – Archivia Solution che svolgeva la sua attività nella città in riva al Volturno. L’assessore Corvino, infatti, rispose nel seguente modo: “Il Consigliere Peppino Piazza cita come esempio il Comune di CastelVolturno, ignorando evidentemente che la ditta incaricata dai Commissari straordinari dell’Ente confinante con noi è proprio la ditta Voccia – Archivia Solution che, dopo una regolare gara, segue il Comune di Mondragone per la dismissione del patrimonio comunale”.

    Ebbene, dopo alcune settimane, stamane, durante una riunione che il commissario prefettizio Contarino ha tenuto con alcuni esponenti politici castellani, quali Cesare Diana e una delegazione di Primavera Castellana, la citazione dell’assessore Corvino è stata platealmente smentita. Una tremenda gaffe che non è stata palesata da un rappresentante di partito, ma da un commissario di governo…

    In calce all’articolo pubblichiamo infatti il comunicato stampa del gruppo di Cesare Diana, nel quale si evince che il Commissario Contarino, nell’affrontare la questione degli Usi Civici di Castel Volturno ha fatto chiaro riferimento alla questione mondragonese precisando: In relazione ai recenti articoli di stampa apparsi sui diversi mezzi di informazione anche on line concernenti l’odissea degli affranco terreni che si sta verificando nella vicina Mondragone ; la società incaricata dal Comune di Mondragone non è quella di cui si avvale il Comune di Castel Volturno per la gestione delle tematiche inerenti gli usi civici . Al riguardo il Comune di Castel Volturno ha demandato alla ERAMUS S.r.l. l’attività di ricognizione delle terre ancora soggette al particolare vincolo giuridico degli usi civici , con il fine di individuare i canoni di natura enfiteutica ancora gravanti le terre divenute di natura allodiale , cosi come previsto dalla disciplina di cui alla legge n. 1766/27 , al R.D. n. 332/281 e dalla legge della Regione Campania n. 11/81“. 

    Max Ive

     

    CASTEL VOLTURNO –  Cesare Diana e una delegazione di Primavera Castellana incontra il Presidente Contarino all’ordine del giorno :

    2) Usi civici .

    3) Anagrafe Pinetamare .

    Questa mattina vi è stato l’incontro cordiale e proficuo col Presidente della

    Commissione Prefettizia .

    Per cio’ che concerne il PUC il Dott. Contarino ha rassicurato i presenti dicendo

    che è sua ferma volontà dare a Castel Volturno lo strumento urbanistico di cui

    mai è stato dotato e che tutti gli sforzi saranno convogliati verso tale scopo.

    Per gli USI civici ha chiarito che :

    “ in relazione ai recenti articoli di stampa apparsi sui diversi mezzi di

    informazione anche on line concernenti l’odissea degli affranco terreni che si

    sta verificando nella vicina Mondragone ; la società incaricata dal Comune di

    Mondragone non è quella di cui si avvale il Comune di Castel Volturno per la

    gestione delle tematiche inerenti gli usi civici .

    Al riguardo il Comune di Castel Volturno ha demandato alla ERAMUS S.r.l.

    l’attività di ricognizione delle terre ancora soggette al particolare vincolo

    giuridico degli usi civici , con il fine di individuare i canoni di natura enfiteutica

    ancora gravanti le terre divenute di natura allodiale , cosi come previsto dalla

    disciplina di cui alla legge n. 1766/27 , al R.D. n. 332/281 e dalla legge della

    Regione Campania n. 11/81 . “

    Pertanto ha rassicurato i presenti che anche per gli usi civici verra’

    definitivamente risolto tale annosa problematica .

    Per cio’ che concerne la riapertura dell’Ufficio Anagrafe di Pinetamare tutti

    gli atti amministrativi sono stati messi in essere , da lunedì si provvederà alla

    realizzazione delle poche opere di messa in sicurezza e l’allaccio delle utenze ,

    riapertura fine gennaio 2014 .

    La riunione si è conclusa con l’impegno di reincontrarsi Lunedi’ .

    Cesare Diana .

    PUBBLICATO IL: 17 gennaio 2014 ALLE ORE 22:01