Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA MARCIANISE – 50 nuovi negozi all’outlet, un’indicazione precisa sul piano occupazionale nel corpo della delibera o tutto passa al Consiglio Comunale


          Lunga riunione dei gruppi e dei partiti di maggioranza su una questione che diventa, giorno per giorno, sempre più spinosa MARCIANISE – Quando si riuniscono i partiti e gruppi di maggioranza sulla questione dell’allargamento dell’outlet e sull’urbanistica vigente, che a questa istanza è legata, tutti sembrano parlare la stessa lingua. Tutti dicono, sindaco […]

     

     

    Nelle foto, da sinistra il sindaco di Marcianise, De Angelis, a destra l’outlet “La Reggia”

     

    Lunga riunione dei gruppi e dei partiti di maggioranza su una questione che diventa, giorno per giorno, sempre più spinosa

    MARCIANISE – Quando si riuniscono i partiti e gruppi di maggioranza sulla questione dell’allargamento dell’outlet e sull’urbanistica vigente, che a questa istanza è legata, tutti sembrano parlare la stessa lingua. Tutti dicono, sindaco compreso, che l’unico presupposto per dare il via libera alla costruzione di nuovi 50 negozi è rappresentato dal rigoroso rispetto, da parte dell’impreca Capri 2, gestore degli impianti dell’outlet del piano occupazionale, firmato a suo tempo, con il comune di Marcianise e che garantisce l’assunzione  di giovani disoccupati della città sui cui terreni la grande impresa commerciale ha incardinato il suo business.

    Anche nella riunione di maggioranza, svoltasi oggi, lunedì, l’aria che tirava era la stessa. Tutti bravi, tutti belli fino a quando non bisogna mettre nero su bianco, non una nuova condizione, ma la stessa convinzione che è l’essenza dell’intesa tra il comune e l’Aprile band e che l’imprenditore, fino ad oggi, non ha mai, in effetti, rispettato.

    Anche su spinta del consigliere Paride Amoroso, la decisione assunta stamattina è stata la seguente: si da mandato al segretario comunale di verificare la possibilità di inserire nel corpo della delibera una integrazione specifica e specificativa: “si rilascia l’autorizzazione, con l’impegno da parte della Capri 2 di rispettare integralmente il piano occupazionale sottoscritto.”

    Sembra un fatto surreale, dato che Capri 2 quel piano occupazionale ha già firmato. Eppure, è così: a Marcianise c’è bisogno di discutere e di litigare sull’ovvia applicazione di una norma esplicitata e sacramentata, a dimostrazione di cosa siano stati l’attenzione, il rispetto, la concezione del primato della legge durante le precedenti amministrazioni comunali, Foglia, Fecondo e Tartaglione.

    E se domani, e sottolineo “se”, il segretario comunale dovesse rispondere che quella frasetta non è inseribile nella delibera, si dovrebbe praticare la subordinata e cioè, sempre secondo una linea sposata da  Amoroso, Fratelli d’Italia e l’ex PDL, portare, finalmente, la questione in consiglio comunale, organo democratico e sovrano, in cui in seduta pubblica, ogni partita, rappresentato dai suoi gruppi, e ogni consigliere comunale dovrebbe assumersi la propria responsabilità.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 9 dicembre 2013 ALLE ORE 18:33