Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA MADDALONI Don Cavallè si auto elogia, ma il Villaggio si interroga su un televisore a 70 pollici e su bollette stratosferiche del telefonino


    Abbiamo deciso di scrivere quest’articolo, ispirati da un comunicato stampa, inviato ieri, in cui, come l’ultimo dei sindacotti e dei politicotti di questa provincia, la stoica istituzione maddalonese festeggiava l’aumento delle iscrizioni, dopo i tagli dolorosissimi dei mesi scorsi MADDALONI - Ieri, pur non pubblicandolo per motivi di tempo siamo stati colpiti da un interessante […]

    Nella foto il Villaggio dei Ragazzi

    Abbiamo deciso di scrivere quest’articolo, ispirati da un comunicato stampa, inviato ieri, in cui, come l’ultimo dei sindacotti e dei politicotti di questa provincia, la stoica istituzione maddalonese festeggiava l’aumento delle iscrizioni, dopo i tagli dolorosissimi dei mesi scorsi

    MADDALONI - Ieri, pur non pubblicandolo per motivi di tempo siamo stati colpiti da un interessante comunicato stampa del Villaggio dei ragazzi che celebrava l’aumento delle iscrizioni. Forse don Cavallè questa se la poteva risparmiare in considerazione dei tagli significativi dell’offerta scolastica legati ad una crisi debitoria gravissima di cui il Villaggio soffre.

    Nelle scorse settimane, in un nostro articolo, abbiamo parlato della costituzione di una Onlus, collegata ad attività a favore dei bambini, ma incardinata, in qualche modo proprio al Villaggio dei ragazzi, dato che si tratta proprio di una creatura di don Cavallè.

    Alla onlus sarebbe stato assunto anche un dipendente ma soprattutto il problema è che la onlus ha una compagna, una seconda onlus pure costituita dal legionario di Cristo diventato capo del Villaggio dei ragazzi al momento della morte di don Salvatore D’angelo.

    Potrebbe trattarsi di cose che non incidono sulla condizione finanziaria del Villaggio. Ma siccome Maddaloni è piena di queste voci sarebbe opportuno che don Cavallè, tra una visita e l’altra al Centro commerciale Campania, dove, a quanto pare, riesce a rilassarsi molto, risponda con qualche comunicato stampa meno auto-celebrativo rispetto a quello inviatoci ieri a queste domande che molti maddalonesi si pongono. Un bel chiarimento, preciso e succinto e siamo tutti più tranquilli.

    In certi momenti di difficoltà economica sarebbe anche opportuno che il Villaggio si astenesse da certe spese o le limitasse. In passato, per esempio, non è stata molto felice l’idea di acquistare un televisore a 70 pollici, come sarebbe utile un contenimento serio delle spese per i telefonini legate anche alle necessità di don Cavallè che, naturalmente, per i suoi grandi impegni e per il suo ministero, è diventato una sorta di gira mondo, dato che batte i sentieri del globo con disinvoltura. E si sa che i telefonini, tenuti all’estero e utilizzati all’estero costano una cifra.

    Sobrietà e morigeratezza. I legionari di Cristo non sono francescani, ma forse, in questa fase, l’esempio dell’ordine fondato dal frate di Assisi potrebbe ritornare utile alle disastrate casse del Villaggio dei Ragazzi.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 17 settembre 2013 ALLE ORE 17:15