Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA LITORALE – Erosione costiera, mentre Caldoro tace su Bagnara e Pescopagano, il Vaticano e Papa Francesco si interessano al caso


    La Segreteria di Stato Vaticana risponde ad una lettera appello inviata dai cittadini di questa frazione ubicata tra Mondragone e Castel Volturno  di Massimiliano Ive   MONDRAGONE – CASTEL VOLTURNO –  Come Gesù apriva le braccia ai diseredati, agli esclusi, ai reietti, agli abbandonati e agli ultimi del popolo di Israele, considerandoli piccoli, ma figli […]

    Nelle foto, Ferdinando Quaranta ci mostra la replica della Segreteria di Stato Vaticana sul caso erosione a Pescopagano-Bagnara

    La Segreteria di Stato Vaticana risponde ad una lettera appello inviata dai cittadini di questa frazione ubicata tra Mondragone e Castel Volturno 

    di Massimiliano Ive

     

    MONDRAGONE – CASTEL VOLTURNO –  Come Gesù apriva le braccia ai diseredati, agli esclusi, ai reietti, agli abbandonati e agli ultimi del popolo di Israele, considerandoli piccoli, ma figli di Dio (Vangelo secondo Matteo – leggi il verso alla fine del nostro articolo) così il Santo Pontefice, Papa Francesco in queste ore sta pregando per i residenti di Bagnara-Pescopagano, frazione ubicata al confine tra Mondragone e Castel Volturno.

    La Segreteria di Stato Vaticana ha infatti risposto alla lettera appello scritta dai cittadini Ferdinando Quaranta (nelle foto) e Giuseppe Sapio, i quali ancora oggi attendono una risposta dal presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro sulla vicenda dell’erosione costiera, che in questa località sta fagocitando metri di costa e abitazioni da condonare o condonate.

    Il Vaticano e il Papa, non hanno fatto alcuna distinzione… non hanno posto innanzi ai loro pensieri se le case di Pescopagano, di Bagnara sono luride, fatiscenti e non in regola o se in zona ci sono o meno criminali, ma hanno compreso che in tale area, in tale periferia dove la politica e la camorra hanno consentito di tutto e di più, ci sono delle anime che sperano che questo quartiere non venga più considerato come un sito di stoccaggio di esseri viventi o una zona di degrado irreversibile.

    A differenza della politica proposta dai castellani, dai mondragonesi, o da Caldoro stesso il Papa e la Segreteria di Stato Vaticana hanno risposto e si sono interessati al caso pietoso dell’erosione costiera.

    Ora occorre solo pregare e aspettare che la politica si desti dal sonno e dia una risposta, non coltivando quell’insana cultura di creare a Mondragone e a Castel Volturno dei quartieri di serie A distinguendoli da quelli di serie B o da quelli di Serie C.

    A noi cronisti che da una vita scriviamo sulle miserie di questo territorio, un tempo definito il litorale del Mito, non resta che sottolineare: Grazie Papa Francesco.

     

    QUI SOTTO IL TESTO DEL VANGELO SECONDO MATTEO TRA LE ALTRE COSE LETTO OGGI 2 NOVEMBRE NELLE LITURGIE EUCARISTICHE

     

    *… Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me.

    PUBBLICATO IL: 2 novembre 2013 ALLE ORE 14:39