Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA CUB – Revocata la delibera dei 51 figli della “gallina bianca”. Ma di Domenico chiude gli uffici dal 16 al 6 gennaio


       In calce all’articolo la nota dei dipendenti del Cub Caserta – Prima di farvi leggere in calce il comunicato dei dipendenti del Cub, sinceramente inquietati dalla decisione presa dal Commissario Liquidatore Lorenzo di Domenico di chiudere bottega dal 16 dicembre fino al 6 gennaio compreso, vi diamo qualche altra informazione rapida su un altro […]

     

     In calce all’articolo la nota dei dipendenti del Cub

    Caserta – Prima di farvi leggere in calce il comunicato dei dipendenti del Cub, sinceramente inquietati dalla decisione presa dal Commissario Liquidatore Lorenzo di Domenico di chiudere bottega dal 16 dicembre fino al 6 gennaio compreso, vi diamo qualche altra informazione rapida su un altro atto, stavolta di revoca, firmato dallo stesso di Domenico e contro firmato dal Sub Commissario Farina Briamonte: si tratta dell’atto di revoca della famigerata delibera che Casertce ha ribattezzato ” Delibera dei 51 figli della gallina bianca”. Una vera e propria fanfaronata che, anche grazie all’azione isolata di questo giornale, è stata ritirata. Dunque, non ci saranno 51 persone su 300 che manterranno il posto di lavoro, quegli altri messi prima in ferie forzate e poi chi lo sa.

    Per quanto riguarda la chiusura natalizia va espressa una riflessione. Il 31 dicembre prossimo scadrà la proroga, data l’anno scorso, su ciu si è basato il mantenimento in vita del Cub. Se, come sembra, questa proroga non sarà reiterata, il 7 gennaio da chi dipenderà l’attività del Cub? Dalla Regione che, come volevasi dimostrare, non è riuscita ad approvare la nuova legge di riordino del sistema, o di chi altri? Un ulteriore capitolo penoso che si aggiunge a tanti altri.

    Gianluigi Guarino

     

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO DEL CUB

     

    Egregio Direttore,

    Siamo i dipendenti del CuB a scrivere, ancora esagitati per la delibera affissa qualche attimo fa presso la sede di Teverola e che inviamo in allegato. Ancora una volta il Soggetto Liquidatore congiuntamente al Sub commissario, con il benestare di tutte le O.O.S.S. hanno d’imperio stabilito di chiudere gli uffici di un ente pubblico dal 16 c.m. al 6 gennaio.Ovviamente ad eccezione degli uffici funzionali e dei dipendenti “funzionali” dei suddetti.

    Indistintamente per chi ha ferie e chi non ne ha. In effetti gia’ nel mese di agosto c’erano state due settimane di chiusura imposte, quindi contrattualmente a nostro parere non  e’ possibile imporre ulteriori giorni di ferie (ora 15 lavorativi) se in tutto l’anno un dipendente ne matura 26!!! Per coloro che hanno giorni molti giorni di ferie maturati andrebbe bene, ma un datore di lavoro non puo’ gestire 25 giorni dei ferie su 26, e i sindacati dovrebbero insorgere e fermare questa ulteriore mancanza di rispetto nei nostri confronti, che per quanto se ne voglia dire, siamo gia’ alla gogna visto dieci mesi di mancata retribuzione.

    Il contratto collettivo e i nostri diritti sono per l ennesima volta calpestati con l’approvazione di chi consente che certe vicende perpetrate nel tempo continuano con accanimento ad esasperare noi lavoratori. Grazie per lo spazio e auguri cari di buon Natale, almeno per Voi. I dipendenti del CUB

     

    PUBBLICATO IL: 13 dicembre 2013 ALLE ORE 14:50