Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA CASERTA-Ecco come Enzo Ferraro vuol fregare ancora l’Udc con l’infornata di vigili urbani,Lsu,disabili part time. Ma che diranno i revisori dei conti?


      Come al solito,se non ci fosse Casertace, passaggi essenziali per la vita e l’amministrazione della città di Caserta passerebbero sotto silenzio. La delibera 88 non è stata fatta solo per Cioffi, ma è una manovra ampia di cui Ferraro vuol prendersi la paternità,infliggendo un incremento della spesa corrente a un comune in dissesto.Ripetiamo: così, […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Enzo Ferraro, Enzo Cioffi ed Emiliano Casale

    Come al solito,se non ci fosse Casertace, passaggi essenziali per la vita e l’amministrazione della città di Caserta passerebbero sotto silenzio. La delibera 88 non è stata fatta solo per Cioffi, ma è una manovra ampia di cui Ferraro vuol prendersi la paternità,infliggendo un incremento della spesa corrente a un comune in dissesto.Ripetiamo: così, e con questi qua, Caserta non va da nessuna parte.

    CASERTA-La super delibera di 21 pagine che riassetta l’organizzazione del personale del comune di Caserta è un’operazione troppo grande per essere messa immediatamente nel dimenticatoio.

    L’aria che tira è quella del blitz, un blitz con il solito regista: il vicesindaco Enzo Ferraro, il quale continua, quasi sadicamente a togliere la pagnotta dalle mani di quei poveri consiglieri comunali dell’Udc.

    Dopo aver prosciugato i contenuti della delega ai Servizi Sociali con la prossima costituzione dell’agenzia che avrebbe costretto l’assessore Emiliano Casale a “intostare” letteralmente l’acqua, ora, di fronte alla rivendicazione dell’Udc della delega al Personale, che ti organizza il Ferraro, oggi titolare proprio di questa delega: nove assunzioni di vigili urbani, contratto a tempo indeterminato per quattro Lsu, stabilizzazione a tempo indeterminato dei famosi venti disabili part time, oltre alla già nota operazione che porterà all’ assunzione a tempo indeterminato dell attuale dirigente precario Enzo Cioffi.

    Quando arriverà Casale al personale troverà tutto fatto, come gli è successo ai servizi sociali.

    Insomma il furbo vice sindaco vuole acquisire i meriti di queste assunzioni.

    Ma questa maxi delibera sembra uscita da una giunta in piena salute, non certo in dissesto, che è la condizione in cui versa ancora il Comune di Caserta.

    Già è strano che una delibera che comporta consistenti aumenti della spesa corrente, come è la delibera 88, non sia, contestualmente, accompagnata da un parere dei nuovi revisori dei conti. Un parere che però dovrebbe arrivare in questi giorni, dato che siamo di fronte a una delibera che condizionerà pesantemente il contenuto del bilancio di previsione che da qui a poco il consiglio comunale dovrà approvare.

     

    Gianluigi Guarino

    CLICCA QUI per leggere la delibera

    PUBBLICATO IL: 24 giugno 2013 ALLE ORE 12:52