Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CONSIGLIO DI STATO, il risultato di Valenzano è di nuovo valido. Niente nuove elezioni a MADDALONI e a SAN FELICE A CANCELLO


        La sentenza è stata pubblicata oggi MADDALONI – Si sa che la giustizia amministrativa non esprime il massimo dell’affidabilità in termini delle certezze del diritto. Vi ribadiamo oggi la pubblicazione del nostro famoso articolo della scorsa estate in cui illustravamo nel dettaglio il contenuto di una sentenza che il Consiglio di Stato aveva scritto […]

     

    Nelle foto, Rosa De Lucia e Pasquale De Lucia

     

    La sentenza è stata pubblicata oggi

    MADDALONI – Si sa che la giustizia amministrativa non esprime il massimo dell’affidabilità in termini delle certezze del diritto. Vi ribadiamo oggi la pubblicazione del nostro famoso articolo della scorsa estate in cui illustravamo nel dettaglio il contenuto di una sentenza che il Consiglio di Stato aveva scritto nella solennità di tutte le sue sezioni riunite e che poneva limitazioni rigidissime alle funzioni di autenticazione delle firme delle liste dei candidati alle elezioni comunali.

    In base a quella sentenza il Tar della Puglia accolse il ricorso presentato da alcuni cittadini del Comune pugliese di Valenzano, annullando il risultato di quelle elezioni comunali, viziato secondo il Tar di Bari dall’inesistenza di requisiti relativi alla pertinenza territoriale di coloro che avevano autenticato le firme. Circa sei mesi dopo, come se ci trovassimo in un’altra nazione, rispetto a quella in cui ci trovavamo a luglio, lo stesso Consiglio di Stato, gli stessi giudici, smentiscono in pratica se stessi e accolgono il ricorso presentato da coloro che puntavano a ripristinare il risultato elettorale alle consultazioni elettorali di Valenzano.

    Inutile dire che questo esito di oggi sarà, probabilmente, determinante anche per identiche situazioni, relative ai comuni di San Felice a Cancello e di Maddaloni.

    In poche parole, Pasquale De Lucia e Rosa De Lucia possono dormire, da stasera, giovedì, sonni molto più tranquilli. Mentre a Marcianise, Ciro Foglia e quelli dell’opposizione possono consolarsi con la considerazione di aver risparmiato i soldi per presentare, anche loro, un ricorso al Consiglio di Stato.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 13 febbraio 2014 ALLE ORE 18:25