Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA / Vigili urbani invisibili, nonostante le auto marchette dell'amministrazione comunale


      Distribuiti i numeri delle contravvenzioni nel giorno di San Sebastiano. Ma ci sono domande che nessuno pone al comandante Negro e, che rappresentano la chiave di lettura di un servizio carente, al limite del fallimentare. CASERTA - Oltre 200 contravvenzioni al giorno. I vigili urbani di Caserta, che molti criticano, fanno più o meno una […]

    Nella foto, il comandante, Alberto Negro

     

    Distribuiti i numeri delle contravvenzioni nel giorno di San Sebastiano. Ma ci sono domande che nessuno pone al comandante Negro e, che rappresentano la chiave di lettura di un servizio carente, al limite del fallimentare.

    CASERTA - Oltre 200 contravvenzioni al giorno. I vigili urbani di Caserta, che molti criticano, fanno più o meno una multa ogni 5 minuti. Il numero è elevatissimo, 83.694, ed è corrispondente alle violazioni accertate a Caserta in un anno, secondo il resoconto diffuso dal Comune in occasione della festa di San Sebastiano.

    Fin qui le cronache del diffuso pensiero marchettaro degli organi di informazione di questa città e di questa provincia, che Dio ce lo conservi, così Casertace arriva a 50mila visite al giorno.

    Che sciocchezza! Basta girare la città per rendersi conto che tranne al centro, i vigili non si vedono. Hanno fatto più verbali le telecamere della ztl in 4 mesi scarsi, che i vigili in 12. Possibile che a nessuno è venuto in mente di chiedere quante contravvenzioni sono state elevate fino al 30 agosto e quante negli ultimi 4 mesi? E soprattutto da quando il Corso è videosorvegliato le multe per divieto di sosta sono  aumentate, visto che l’intento dell’Amministrazione era liberare risorse per garantire la sicurezza anche in periferia? I cittadini di San Leucio, Puccianiello, Casertavecchia ,San benedetto, San Clemente e del quartiere Acquaviva hanno avvertito una maggiore presenza dei vigili? 

    Domande puramente retoriche. Non esiste, con buona pace delle 100mila querele che presenta il comandante Alberto Negro, servizio più carente della sua organizzazione e nella sua scadente gestione, più disastroso di quello (s)garantito dai vigili urbani del capoluogo.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 22 gennaio 2013 ALLE ORE 18:08