Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA – Riparte la raccolta firme per il “Macrico Verde”


      COMUNICATO STAMPA – Criticata anche l’idea del Sindaco Del Gaudio di realizzare un parco aerospaziale.   CASERTA - Prima uscita “pubblica” questa domenica per il rinnovato Comitato Macrico Verde, che sarà presente con uno stand in piazza Dante a partire dalle 10, presso il quale tutti (non soltanto i residenti a Caserta) potranno sottoscrivere […]

    Il volantino che sarà distribuito domani

     

    COMUNICATO STAMPA – Criticata anche l’idea del Sindaco Del Gaudio di realizzare un parco aerospaziale.

     

    CASERTA - Prima uscita “pubblica” questa domenica per il rinnovato Comitato Macrico Verde, che sarà presente con uno stand in piazza Dante a partire dalle 10, presso il quale tutti (non soltanto i residenti a Caserta) potranno sottoscrivere una petizione popolare che intende ribadire, dopo le oltre 10mila firme raccolte ormai quasi dieci anni fa, la volontà popolare riguardo l’area di proprietà dell’Istituto Diocesano Sostentamento Clero.

    “Per il Macrico è l’ultima occasione!”, si legge nel volantino che i volontari del Comitato distribuiranno. Infatti, come ormai tutti ben sanno, è in fase di redazione il Piano Urbanistico Comunale, che entro l’estate del 2015 dovrà essere approvato dal Consiglio Comunale. Finalmente, dunque, l’area ex Macrico avrà una sua classificazione urbanistica, e Caserta saprà se l’immensa area alle spalle del Monumento ai Caduti potrà diventare il Parco Pubblico che la città non ha mai avuto e di cui ha enorme necessità, oppure anche stavolta i bisogni dei cittadini saranno relegati in secondo piano rispetto ad interessi di parte.

    Immaginiamo che il Macrico possa e debba diventare un polmone verde – spiega ancora il Comitato – un luogo di socialità in una città divorata dal cemento e dai centri commerciali! Immaginiamo anche che il Macrico possa rappresentare l’inizio di un nuovo modo di praticare la democrazia, in cui i cittadini, non più solo “clienti” delle campagne elettorali, siano protagonisti attivi delle scelte e della gestione del patrimonio comunale”.

     

    PUBBLICATO IL: 1 febbraio 2014 ALLE ORE 17:55