Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA- Più bar e più ristoranti nella Reggia


    Il ministro Bray da l’ok CASERTA- Più ristoranti, caffetterie e bookshop: salute e appeal dei musei passano anche da qui. Lo sosteneva qualche anno fa Mario Resca, il manager voluto da Berlusconi e Bondi ai beni culturali, ma su questo è d’accordo anche l’attuale ministro di beni culturali e turismo Massimo Bray, che proprio ieri […]

    Il ministro Bray da l’ok

    CASERTA- Più ristoranti, caffetterie e bookshop: salute e appeal dei musei passano anche da qui. Lo sosteneva qualche anno fa Mario Resca, il manager voluto da Berlusconi e Bondi ai beni culturali, ma su questo è d’accordo anche l’attuale ministro di beni culturali e turismo Massimo Bray, che proprio ieri ha annunciato in Senato di aver finalmente firmato il testo delle nuove linee guida, base indispensabile per le gare che dovranno essere lanciate in tutta Italia per rinnovare le concessioni da troppo tempo in proroga e permettere l’apertura di nuovi “servizi aggiuntivi” dove non ci sono. Uno di questi è sicuramente la Reggia di Caserta, dove l’obiettivo è quello di  rinvigorire anche sul piano ricreativo musei e aree archeologiche statali Costate oltre otto mesi di lavoro, con il coinvolgimento di una commissione di super esperti del settore, guidati dal magistrato della Corte dei Conti Gianni Palazzi, le nuove linee guida dovrebbero essere a prova di polemiche, ricorsi e contenziosi, quelli che di fatto hanno fatto invalidare le gare avviate all’epoca della direzione Resca. Ora la direttiva dovrà passare all’ufficio centrale del bilancio e poi alla Corte dei Conti. Prima che le direzioni regionali possano concretamente lanciare le gare passera’ quindi ancora almeno un mese. Intanto nella riforma del ministero avviata da Bray sulla scorta dei tagli imposti dalla spending review proprio questa direzione – che in molti davano per spacciata – sembra verra’ addirittura accresciuta. Bray lo ha anticipato ieri al Senato parlando della novita’ di ”una direzione generale per l’innovazione e la valorizzazione del patrimonio culturale”.

    PUBBLICATO IL: 31 gennaio 2014 ALLE ORE 18:40