Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA. “Pippooo, che cazzo fai!” (cfr.Zucchero Fornaciari). Ora l’assessore si mette a fare anche il mediatore immobiliare e vende per un suo amico un negozio di proprietà del Comune


    Incredibile, ma vero: se non ci credete, leggetevi il testo della determina che pubblichiamo in calce

    Nelle foto, Napoletano e il borgo di San Leucio

    Nelle foto, Napoletano e il borgo di San Leucio

     

    CASERTA - Vi immaginate la scena? La neo Ministra allo Sviluppo Economico Federica Guidi o il neo Ministro del Lavoro Poletti che già hanno il loro bel da fare per allontanare le ombre di un conflitto di interesse che in molti, e non a torto, fanno balenare tra il loro acquisito rango di ministri e quello che avevano fatto fino ad un minuto prima, la Guidi come figlia del patron di Ducati Energia, che ha come cliente lo Stato Italiano attraverso i contratti stipulati con Enel e Ferrovie, Poletti come comandante in capo della Lega delle cooperative, dicevamo immaginatevi se questi due o, al limite, anche altri ministri del Governo Renzi si mettessero a fare i mediatori d’affari all’interno delle procedure per la dismissione di parti del patrimonio immobiliare dello Stato. Crisi di governo e dimissioni immediate di questi ministri fin’anche nell’italietta ipertollerante relativamente ai conflitti di interesse.

    A Caserta, che è un luogo speciale e specifico, completamente avulso dal contesto dello Stato di diritto, questo accade senza alcun problema.

    Risparmiandovi la rituale citazione della repubblica delle banane, che, tra le altre cose, come abbiamo scritto ieri, l’amministrazione comunale vuole rendere materiale con l’incarico remunerato, dato ad una professoressa di letteratura dell’isola di Haiti ( CLICCA QUI PER LEGGERE ), risparmiandovi i soliti lazzi, vi segnaliamo, a riguardo, dopo averla letta 3 o 4 volte con un senso di incredulità, che ha trovato soluzione in una rassegnata valutazione dell’assoluta inconsistenza dei cittadini casertani, che per questi qua ci hanno votato, eccome se ci hanno votato, la determina numero 146 del 7 febbraio scorso a firma del dirigente del settore finanziario Girolamo Santonastaso. Ebbene, credeteci, perchè è così,  il Pasquale Napoletano, in arte Pippo, che compare quale presentatore dell’offerta, in nome e per conto di Giuseppe Puccio di San Prisco, di un immobile di via I Ottobre a San Leucio, di proprietà del Comune, è proprio lui, l’assessore agli spettacoli ed ai grandi eventi del Comune di Caserta. Pasquale Napoletano, che proprio nella zona di Briano e San Leucio, grazie al sostegno decisivo di Pietro Riello, Sindaco di Castel Morrone, ha il suo feudo elettorale, è l’ufficiale, formale e riconosciuto mediatore immobiliare dell’acquisto realizzato da Giuseppe Puccio che quell’immobile ha comprato dal Comune per la cifra di 107mila euro.

    Altro da dire non c’è, perchè con questa città amorfa, del tutto incapace di confrontarsi con i contenuti di queste denunce fatte da casertace, è inutile sprecare il fiato e anche consumare più di tanto i polpastrelli, visto che chi l’amministra la rappresenta esattamente.

    G.G.

    CLICCA QUI PER LEGGERE LA DETERMINA

    PUBBLICATO IL: 2 marzo 2014 ALLE ORE 11:54