Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA / Nel giorno del Consuntivo, che colpo di De Michele e Tresca: scovato l’elenco dei famosi 500 debiti fuori bilancio


      Molto interessante, nella seduta di oggi, lunedì, anche l’intervento dell’assessore Nello Spirito, che, senza peli sulla lingua ha invitato la sua amministrazione a non ripetere gli errori e gli sprechi di quelle del passato, traendo monito dal disastro del dissesto   CASERTA – Tra le poche cose importanti di un Consiglio comunale di cui Casertace […]

    Nelle foto, da sinistra, Nello Spirito, Enrico Tresca e Franco De Michele

     

    Molto interessante, nella seduta di oggi, lunedì, anche l’intervento dell’assessore Nello Spirito, che, senza peli sulla lingua ha invitato la sua amministrazione a non ripetere gli errori e gli sprechi di quelle del passato, traendo monito dal disastro del dissesto

     

    CASERTA – Tra le poche cose importanti di un Consiglio comunale di cui Casertace ha scritto di tutto e di più nei giorni scorsi, ci sono l’intervento dell’assessore al Bilancio Nello Spirito e un’azione che in un colpo solo riscatta circa due anni di indolenza operativa da parte dei consiglieri del Pd Franco De Michele e di Enrico Tresca.

    Nel primo caso notevole segno di serietà, di indipendenza di giudizio, di coscienza amministrativa haanno rappresentato l’auspicio, contenuto nell’intervento di Spirito, preoccupato del fatto che i vizi del passato, quelli che lui denunciava anni fa dai banchi dell’opposizione e che hanno causato il dissesto, possano trovare riscontro in una sorta di continuità dello spreco e della cattiva amministrazione, i cui segni non sono certo invisibili anche con questo governo.

    Spirito non si è spinto più in là, ma è chiaro che ai suoi occhi, molte cose, anche di oggi non funzionano e assomigliano moltissimo al malcostume economico ed amministrativo del passato.

    La seconda cosa interessante del Consiglio comunale che ha approvato il Consuntivo del 2011 è stata rappresentata dal colpo di teatro di De Michele e di Tresca, che violando una incomprensibile blindatura dell’amministrazione comunale sono riusciti a scovare l’elenco dei famosi 500 debiti fuori bilancio rappresentativi di tutto quel peggio, di tutta quella sistematica azione di elusione della verità e della fedeltà dei bilanci alla realtà dei fatti.

    I 500 debiti fuori bilancio, che Casertace auspicava che l’amministrazione comunale tirasse fuori, anche perchè non erano ascrivibili alla sua responsabilità. Ed invece niente. Con la scusa che quelli della commissione liquidatrice li avevano voluti e quasi avocati a sé, tutto è rimasto segreto, fino a quando stasera, De Michele e Tresca non sono riusciti a tirarli fuori, guadagnandosi, naturalmente l’applauso di Casertace.

    Sarà opportuno che avendoli consegnati agli atti nel Consiglio comunale, questi debiti, già da domani mattina, martedì vengano resi pubblici. Costituirebbe, infatti, una gravissima lesione al principio della trasparenza e al valore della democrazia ciurlare ulteriormente il manico prima di renderli pubblici alla città.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 25 marzo 2013 ALLE ORE 20:28