Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA / Miracolo!!! Un gruppo di turisti israeliani soggiornerà a Caserta cinque giorni e non visiterà solo la Reggia


      L’iniziativa propiziata dall’Ascom. L’obiettivo è quello di impegnarsi per un turismo che non sia solamente “mordi e fuggi”. CASERTA - Nella serata di ieri, domenica 5 maggio, 130 turisti provenienti da Tel Aviv hanno fatto il loro ingresso in città. Ad accoglierli, per l’Ascom di Caserta Emilio de Lorenzo, e per l’amministrazione comunale il […]

     

    L’iniziativa propiziata dall’Ascom. L’obiettivo è quello di impegnarsi per un turismo che non sia solamente “mordi e fuggi”.

    CASERTA - Nella serata di ieri, domenica 5 maggio, 130 turisti provenienti da Tel Aviv hanno fatto il loro ingresso in città.
    Ad accoglierli, per l’Ascom di Caserta Emilio de Lorenzo, e per l’amministrazione comunale il vice Sindaco Vincenzo Ferrara.
    Con l’iniziativa, ci spiegano, ” il nostro obiettivo, che vogliamo coltivare in questa iniziativa dei gruppi dei turisti israeliani – ha spiegato de Lorenzo- è quello di rompere finalmente l’uso del “mordi e fuggi”. Noi abbiamo l’obiettivo di far rimanere il turista a Caserta, prima e dopo la visita alla Reggia.”. è chiaro che questo  l’obiettivo può essere seriamente perseguito realizzando finalmente il progetto del “centro commerciale naturale” voluto con insistenza dai commercianti e dalle associazioni di categoria.

    Da oggi, fino al 31 maggio, si alterneranno gruppi di circa 130 persone che resteranno a Caserta, alloggiando al Crowne Plaza, e che avranno l’opportunità di visitare la città per 5 giorni e 4 notti.
    Il percorso degli ospiti sarà il seguente:
    Ieri sera, dopo aver visto dalla Reggia da fuori, purtroppo a luci spente, e dopo un aperitivo offerto dal bar “Contemporaneo” a via Mazzini, hanno visitato la città. Oggi, lunedì, visiteranno Pompei.

    Nei giorni a seguire faranno un bagno in Costiera e visiteranno il Palazzo Reale con i suoi giardini. Queste le uniche visite obbligatorie, lasciandoli invece liberi di visitare la città per il resto della giornata.

    Un’iniziativa senza dubbio lodevole e che merita il nostro interessamento: tuttavia in allegato all’articolo, aggiungiamo due foto scattate al “punto di ritrovo” dei nostri visitatori, per sottolineare ancora una volta, come un territorio che potrebbe offrire tanto e che con iniziative del genere potrebbe moltiplicare i suoi guadagni, per cattiva gestione e scarsa sensibilità delle istituzioni, stenta ancora a decollare.

    F.A.

    PUBBLICATO IL: 6 maggio 2013 ALLE ORE 18:27