Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA / Mario D’Anna attacca tutti: “Istituzioni latitanti, il commercio in Provincia di Caserta sta morendo”. Migliaia di nuovi disoccupati


    Nell’immagine, da sinistra, Mario D’Anna, Domenico Zinzi e Pio Del Gaudio Una nota dai toni inusuali, per certi versi, senza precedenti, firmata dal Presidente dell’Ascom. Assenza di alternative di lavoro in un settore secondario ormai inesistente, dominio carnefice dei mega centri commerciali che hanno distrutto ogni altra alternativa. Tutto questo nel silenzio e nella inerzia […]

    Nell’immagine, da sinistra, Mario D’Anna, Domenico Zinzi e Pio Del Gaudio

    Una nota dai toni inusuali, per certi versi, senza precedenti, firmata dal Presidente dell’Ascom. Assenza di alternative di lavoro in un settore secondario ormai inesistente, dominio carnefice dei mega centri commerciali che hanno distrutto ogni altra alternativa. Tutto questo nel silenzio e nella inerzia totale delle istituzioni.

    CASERTA – Lo definisce un grido di dolore, non un semplice allarme. Mario D’Anna, Presidente dell’Ascom di Caserta, non fa sconti e parla esplicitamente di istituzioni latitanti difronte alla morte lenta del commercio nella città capoluogo e in tutta la provincia.

    L’analisi, da un lato è impietosa, dall’altro attraversa un largo spettro di problematiche. La crisi di Caserta, secondo Mario D’Anna, non è solo legata alla congiuntura nazionale ed internazionale, alla crisi economica più grave degli ultimi quarant’anni, ma ha dei tratti di evidente specificità che si colgono appunto sia nella inesistenza di possibilità di lavoro all’interno di altri settori che non siano quelli immediatamente collegati al terziario e nello specifico al commercio, sia in quelli collegati a scelte che l’Ascom considera scellerate che hanno consentito l’insediamento, solo nella conurbazione casertana , di superfici di centri commerciali che esondano di ben tre volte quella che sarebbe la superficie complessiva prevista e consentita dalle leggi regionali.

    La lettera dell’Ascom è rivolta a tutte le istituzioni, a partire dal Presidente della Repubblica, fino al Sindaco di Caserta. A questo punto si dovrà verificare se ci sarà una risposta in riscontro a questa presa di posizione che mai in passato l’Ascom di Caserta aveva assunto con toni tanto allarmati e tanto censorei.

    G.G.

    QUI SOTTO IL FILE DEL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA APERTA SCRITTA ALLE ISTITUZIONI DAL PRESIDENTE DELL’ASCOM, MARIO D’ANNA

    LETTERA ALLE ISTITUZIONI

    PUBBLICATO IL: 8 maggio 2013 ALLE ORE 17:05