Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA – Sospetti imbrogli ad “Avanti un altro”: interviene il Codacons


      COMUNICATO STAMPA - L’illegalità sarebbe stata commessa nel corso della trasmissione andata in onda il 9 ottobre.   CASERTA - Tante le segnalazioni pervenute negli anni al Codacons Caserta sulle illegalità commesse nei principali giochi televisive RAI e Mediaset. Questa volta però ad essere coinvolta in una illegalità commessa da un importante trasmissione è […]

     

    COMUNICATO STAMPA - L’illegalità sarebbe stata commessa nel corso della trasmissione andata in onda il 9 ottobre.

     

    CASERTA - Tante le segnalazioni pervenute negli anni al Codacons Caserta sulle illegalità commesse nei principali giochi televisive RAI e Mediaset. Questa volta però ad essere coinvolta in una illegalità commessa da un importante trasmissione è la cittadina di Caserta la Sig.ra Maria Rosa Ilardi e la famosa trasmissione è “Avanti un altro” condotta dal noto presentatore Paolo Bonolis. Questo il fatto. Nella puntata trasmessa il 9.10.2013 presso gli studi televisivi della società Mediaset di Roma la sig.ra Ilardi, dimostrando grande preparazione, sbaragliava tutti gli altri concorrenti arrivando a partecipare alla manche finale del gioco. C’è da dire inoltre che la sig.ra Ilardi ha stupito tutti per le sue capacità canore intonando un bellissimo duetto con lo stesso conduttore. Nella manche finale del gioco nella quale la concorrente approdava con un montepremi di €190.000,00, consiste in una serie di domande con duplice risposta, una giusta ed una sbagliata, e che il concorrente debba fornire quella sbagliata.

    Orbene due i fatti eclatanti successi. Il primo relativo alla terz’ultima domanda nella quale veniva chiesto quali sono i colori dello stemma di Napoli con due opzioni rosso- giallo o bianco- azzurro. La Sig.ra rispondeva rosso-giallo pensando che la domanda riguardasse lo stemma della squadra del Napoli che ha i colori bianco-azzurro. La risposta veniva considerata sbagliata in quanto relativa allo stemma della città del Napoli che ha invece i colori rosso e giallo. Ne susseguiva una discussione, che non veniva mandata in onda, nella quale alla sig.ra Ilardi che sottolineava che la domanda era ingannevole, il conduttore e gli autori rispondevano che lo spirito del gioco è impregnato sull’equivoco pertanto per loro la domanda era stata posta nella maniera giusta. L’evento grave si è verificato invece sull’ultima domanda, nella quale il montepremi ammontava a € 48.000,00 cifra alla quale pochi concorrenti di questa trasmissione sono arrivati. La domanda veniva posta da Bonolis nei seguenti termini: A chi è apparsa la prima volta la Madonna di Lourdes? E le risposte fornite erano: 1) ad una contadina 2) ai tre pastorelli. La sig.ra Ilardi, in quanto sostenitrice dell’Unitalsi, ricordando perfettamente che Bernadette era senz’altro o una pastorella o la figlia di mugnaio, rispondeva il contrario ovvero “una contadina”. Secondo la trasmissione la risposta giusta doveva invece essere “i 3 pastorelli” in quanto Bernadette era una contadina.

    La considerazione è la seguente. Il gioco come più volte affermato presenta domande che possano indurre all’equivoco ed all’inganno. Tuttavia una cosa è indurre all’inganno altro è dare due risposte sbagliate o come affermano alcuni testi negare la verità.

    Quindi il Codacons Caserta ha deciso di intentare giudizio contro Mediaset e la società di produzione Endemol per il clamoroso errore commesso e rendere giustizia alla bravura ed alla competenza della sig.ra Ilardi.

    PUBBLICATO IL: 22 novembre 2013 ALLE ORE 19:52