Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA – I REDDITI DEI CONSIGLIERI DELLA CITTA’ – Gianni Comunale, parte la colletta di solidarietà. Naim e Iarrobino i più ricchi oppure i più onesti


          Purtroppo, solo in pochissimi hanno accettato di dar conto ai cittadini, al popolo sovrano, di ciò che guadagnano. Quantomeno sarebbe stato opportuno che ognuno dei consiglieri, avesse quantomeno pubblicato quello che raccoglie a titolo di indennità e di gettoni di presenza per le funzioni svolte.       CASERTA – Sono stati pubblicati […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Gianni Comunale, Norma Naim, Gianfausto Iarrobino e Tonino Maiello

     

     

    Purtroppo, solo in pochissimi hanno accettato di dar conto ai cittadini, al popolo sovrano, di ciò che guadagnano. Quantomeno sarebbe stato opportuno che ognuno dei consiglieri, avesse quantomeno pubblicato quello che raccoglie a titolo di indennità e di gettoni di presenza per le funzioni svolte.

     

     

     

    CASERTA – Sono stati pubblicati i redditi di alcuni consiglieri comunali della città di Caserta. Vengono fuori delle cifre interessanti che potrete leggere qui sotto. Particolarmente preoccupante, al punto che casertace potrebbe mobilitare una catena di solidarietà, la situazione economica in cui versa il consigliere Gianni Comunale, che, dal suo lavoro, ha introitato, nell’anno 2012, la miseria di 3536 euro, poco più di 200 euro al mese. Ci avevano detto che ultimamente aveva aperto un locale in via Ferrante. Non ricordiamo bene la data di apertura. Probabilmente risale all’anno in corso. Dunque dovremo aspettare un altro anno per decidere se mobilitarci definitivamente o se questa attività ha salvato la vita al soldato John, passato dal gruppo di Pasquale Corvino al Partito Democratico. D’altronde, queste cifre ci fanno capire che quando uno non si cura del danaro, impegna la sua vita al servizio della gente, dei proprio concittadini. Dunque non collide il reddito dichiarato da Comunale con i circa 600 voti di preferenza raccolti alle ultime elezioni amministrative del 2011.

    Meno male, che c’è sempre Pantalone. A sottrarre il consigliere di opposizione  (?) dall’indigenza, sono i gettoni che guadagna per la sua attività (?) di consigliere e di componente di commissioni: poco meno di 14mila euro.

    Ovviamente i più esposti alla necessità di dover esprimere in tutto e per tutto i propri guadagni, sono i dipendenti della pubblica amministrazione. E così si passa dai 6mila euro, dichiarati dal Sindaco del Gaudio che, evidentemente, il tempo per fare il commercialista non lo ha più, agli 80mila euro e passa del primario Gianfausto Iarrobino fino ai 100mila e oltre di Norma Naim, che in teoria, ma noi non ci crediamo, sarebbe la più ricca.

    Ovviamente, caliamo un velo pietoso, su tutti quelli che tra assessori e consiglieri comunali, non hanno voluto far conoscere ai cittadini, al popolo sovrano, i loro redditi. Sono, purtroppo, la stragrande maggioranza.

    Quanto meno avrebbero potuto farci sapere quanto guadagnano in indennità e gettoni di presenza per le funzioni svolte.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 20 settembre 2013 ALLE ORE 10:48