Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA Giungla di pali all’incrocio tra via Ruggiero e via Ruta e il semaforo è tutto arrugginito, potrebbe cadere


    L’interpellanza del consigliere comunale di Futuro e Libertà Luigi Cobianchi  Il sottoscritto Luigi Cobianchi, nella qualità, premesso che -          lo scrivente ha ricevuto numerose segnalazioni da parte di Cittadini residenti in zona sulle condizioni in cui versa un palo semaforico, oltre che sull’impraticabilità del marciapiedi all’incrocio tra via Ruggiero e via Ruta; considerato che -          […]

    Nella foto il semaforo con la base ossidata e il marciapiede all’incrocio tra via Ruggiero e via Ruta

    L’interpellanza del consigliere comunale di Futuro e Libertà Luigi Cobianchi 

    Il sottoscritto Luigi Cobianchi, nella qualità,

    premesso che

    -          lo scrivente ha ricevuto numerose segnalazioni da parte di Cittadini residenti in zona sulle condizioni in cui versa un palo semaforico, oltre che sull’impraticabilità del marciapiedi all’incrocio tra via Ruggiero e via Ruta;

    considerato che

    -          il predetto palo, in disuso da anni, a causa dell’introduzione del senso unico di marcia, peraltro mancante della lanterna semaforica che un tempo sosteneva, presenta – come si evince dai quadri fotografici allegati (v. foto 1 e 2) – segni estesi di corrosione passante, dovuta all’ossidazione, soprattutto alla base, ciò che determina una gravissima condizione di Pericolo per la pubblica e privata incolumità, atteso che la possibilità che esso si abbatta la suolo, soprattutto in giornate di forte vento, appare tutt’altro che remota;

    -          gli effetti che si determinerebbero nella denegata ipotesi testé rappresentata potrebbero essere amplificati dall’ubicazione del palo in parola, in prossimità di una curva a gomito;

    -          ciò in disparte, immediatamente a ridosso dell’asta de qua, sono poste in opera alcune installazioni – segnatamente un palo della pubblica illuminazione, quelli di sostegno di “segnali compositi”, quelli che sorreggono un impianto pubblicitario, oltre ad armadi di derivazione in vetroresina e/o tecnopolimero, verosimilmente contenenti componenti elettronici del cennato semaforo, dell’impianto di videosorveglianza comunale e dell’illuminazione stradale (v. foto 3 e 4) – che rendono impraticabile il marciapiede, limitando lo spazio utile a circa mezzo metro, in palese contrasto con la normativa di riferimento, per la violazione degli standard che tengono conto delle esigenze dei Cittadini diversamente abili, già eccessivamente mortificate nella nostra Città;

    -          la non fruibilità del marciapiede induce i pedoni, soprattutto quelli che portano seco sporte della spesa, cartelle professionali od altri oggetti di relativo ingombro, a camminare sulla carreggiata, con tutti i pericoli del caso, anche per gli automobilisti ed i motociclisti;

    Ritenuto che

    -          l’Amministrazione, con riferimento al palo semaforico, avuto riguardo a recenti fatti di cronaca ed ai loro nefasti effetti – si veda l’abbattimento al suolo di un esemplare di Pinus pinea, a Napoli – debba immediatamente intervenire; mentre, per ciò che attiene al marciapiede, debba provvedere a far spostare quantomeno i cennati armadi, al fine di ripristinarne la piena fruibilità, soprattutto da parte di Cittadini diversamente abili,

    interpella

    il Signor Sindaco, ex art. 28, comma 4 del “Regolamento delle Attività Consiliari”, domandandoGli formalmente, ai sensi di Legge, quali iniziative Egli, congiuntamente alla Giunta Comunale ed ai Dirigenti competenti, intenda assumere, per dare soluzione ad ambedue le problematiche evidenziate, con l’urgenza dettata dal caso.

    La presente viene inviata al Sig. Comandante del Corpo di Polizia Municipale della Città Capoluogo di Caserta per opportuna conoscenza, affinché possa adottare ogni provvedimento di propria competenza.

    Caserta, 24/07/2013

    PUBBLICATO IL: 25 luglio 2013 ALLE ORE 12:02