Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Caserta capoluogo del gioco


        CASERTA - Milano e’ la provincia regina per quanto riguarda il gioco in Italia. Nel 2013 nel capoluogo lombardo verranno infatti spesi 5,9 miliardi di euro per tentare la fortuna. Sul podio anche Roma (5,3 miliardi) e Napoli (3,5 miliardi). Per singolo gioco, Roma rimane la capitale per il SuperEnalotto, mentre Napoli si […]

     

     

    CASERTA - Milano e’ la provincia regina per quanto riguarda il gioco in Italia. Nel 2013 nel capoluogo lombardo verranno infatti spesi 5,9 miliardi di euro per tentare la fortuna. Sul podio anche Roma (5,3 miliardi) e Napoli (3,5 miliardi). Per singolo gioco, Roma rimane la capitale per il SuperEnalotto, mentre Napoli si aggiudica Lotto e scommesse sportive. Lo rivela un rapporto dell’Agimeg (Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco). In basse allo studio, ben 18 sono le province con una spesa per il gioco superiore al miliardo di euro. Dopo le tre sopracitate, nella graduatoria delle province dove si gioca di piu’, troviamo Torino con 2,6 miliardi, Bari (1,6), Bergamo (1,6), Pavia (1,5), Brescia (1,3), Palermo (1,3), Varese (1,2), Bologna (1,2), Salerno (1,2), Genova (1,1), Caserta (1,1), Como (1,1), Venezia (1,1), Firenze (1,1), Modena (1). Maglia nera ad Enna e Crotone, le uniche due province con una raccolta per i giochi nel 2013 inferiore ai 100 milioni di euro. Sotto i 150 milioni troviamo Isernia (115), Vibo Valentia (128) e Oristano (134). La graduatoria cambia pero’ completamente se si considera la spesa pro capite. In Italia la spesa pro capite per il gioco sara’ nel 2013 di poco superiore ai 1.200 euro l’anno, vale a dire di 100 euro al mese. Se si considera la spesa al netto delle vincite, la cifra spesa per il gioco scende a 288 euro l’anno, vale a dire 24 euro al mese.

    PUBBLICATO IL: 10 dicembre 2013 ALLE ORE 15:01