Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CARTOLINA DA MONDRAGONE, spiagge libere “trash” e a misura di sacchetto


      Ma in città si discute solo dell’inciucio politico tra Cennami e Schiappa. In Toscana già si registra il tutto esaurito MONDRAGONE – Stamattina, sabato, abbiamo deciso di staccare un po’ la spina sulla questione politica del momento: l’inciucio Pd-Pdl e ci siamo trasformati, anzi abbiamo indossato gli abiti del “turista per caso”, approdando sui […]

     

    Ecco alcune foto sulle condizioni delle spiagge mondragonesi

    Ma in città si discute solo dell’inciucio politico tra Cennami e Schiappa. In Toscana già si registra il tutto esaurito

    MONDRAGONE – Stamattina, sabato, abbiamo deciso di staccare un po’ la spina sulla questione politica del momento: l’inciucio Pd-Pdl e ci siamo trasformati, anzi abbiamo indossato gli abiti del “turista per caso”, approdando sui lidi di Mondragone.

    Visto che siamo giunti ormai alle porte della nuova stagione balneare 2013 volevamo constatare le condizioni delle spiagge libere della città. Mentre sulla riviera toscana non c’è un posto libero negli alberghi, a Mondragone tutti gli occhi sono puntati su ciò che faranno Achille Cennami e il sindaco Giovanni Schiappa.

    Mentre le piazze di Pisa, Firenze e delle località turistiche di Capalbio, Capalbo… sono prese d’assalto dai visitatori, a Mondragone gli arenili brulicano di sacchetti, bottiglie, bicchieri di plastica, monnezza…. fermiamoci qui.

    Per le strade della cittadina rivierasca però i commenti sono tutti rivolti al caso politico amministrativo, piuttosto che alle condizioni delle spiagge libere: una vergogna!!!

    Abbiamo effettuato in loco un reportage fotografico e ve lo mostriamo. Ciò che ci ha colpito di più è la totale indifferenza dei bagnanti locali rispetto ai rifiuti disseminati nei cosiddetti lidi mappatella di Mondragone. Ci si stende al sole tra le buste e i sacchetti con tranquillità. E non parliamo dei pescatori, intenti nel piantare le proprie canne da pesca spostando ciò che trovano sulla spiaggia.

    Mondragone è una città a “vocazione” turistica, ma l’inciucio politico e le dimissioni del sindaco hanno distratto tutti, hanno annebbiato coloro che, invece dovrebbero impegnarsi nella promozione di servizi tali e rivolti a migliorare le condizioni degli arenili.

    Massimiliano Ive

    PUBBLICATO IL: 18 maggio 2013 ALLE ORE 14:36