Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAPUA – Libri scolastici, Antropoli replica a Striscia La Notizia: “Testi consegnati e libreria pagata”


    COMUNICATO STAMPA – Il primo cittadino: “ La protesta fatta da un gruppo di genitori in merito ai testi scolastici è stata certamente strumentalizzata da qualcuno. Per una vicenda che si è poi conclusa con una bolla di sapone”. CAPUA - I testi scolastici sono stati regolarmente consegnati agli alunni beneficiari delle varie scuole elementari  e […]

    Nelle foto, il sindaco Antropoli e Luca Abete

    COMUNICATO STAMPA – Il primo cittadino: “ La protesta fatta da un gruppo di genitori in merito ai testi scolastici è stata certamente strumentalizzata da qualcuno. Per una vicenda che si è poi conclusa con una bolla di sapone”.

    CAPUA - I testi scolastici sono stati regolarmente consegnati agli alunni beneficiari delle varie scuole elementari  e la libreria Feeling, che ha proceduto alla consegna del materiale didattico, è stata pagata. Quanto affermato dal sindaco della città, Carmine Antropoli, era vero. Quindi, nessun caso anomalo e le dichiarazioni rilasciate dal primo cittadino all’inviato di Striscia la Notizia, Luca Abete, giunto ieri a Capua su segnalazione di alcuni genitori, rispondevano alla realtà dei fatti. A quanti hanno pensato che il Comune di Capua non avesse onorato l’impegno, il sindaco ha precisato che nonostante sia « di novanta giorni, il termine entro cui l’amministrazione comunale deve provvedere a  pagare l’importo, l’amministrazione  ha già emesso mandato di pagamento a favore della libreria, bonificato e accreditato su conto corrente».  Alcuni genitori hanno chiesto scusa al primo cittadino, che in merito: «Mi fa piacere che le persone abbiano capito che l’intera procedura, a partire dall’assegnazione del servizio di distribuzione fino ad arrivare alla consegna dei testi scolastici, si è svolta regolarmente e nel rispetto dei termini. La protesta fatta da un gruppo di genitori in merito ai testi scolastici è stata certamente strumentalizzata da qualcuno. Per una vicenda che si è poi conclusa con una bolla di sapone, la città ha subito, di certo, un grave danno all’immagine. Spero vivamente che chi abbia alimentato il seme della discordia, possa rendersi conto di quanto accaduto e assumersi le proprie responsabilità».

    PUBBLICATO IL: 29 ottobre 2013 ALLE ORE 18:08