Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S. MARIA C.V. I Capitelli peggio dei Visitors: ma quanti ne sono? Bocciato dalla Regione il progetto Paes del “cocco” di Nicola Leone


    Oggi, venerdì, il sindaco Di Muro, in un comunicato stampa, ha espresso soddisfazione per i finanziamenti avuti per la "Principe di Piemonte", ma ha dimenticato un'altra vicenda ben più importante

    ICM107B

     

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – Il sindaco Di Muro ostenta soddisfazione e anche un po’ di sicumera in un comunicato stampa in cui, replicando per le rime alle critiche dell’opposizione, valorizza molto il fatto che il Comune di Santa Maria Capua Vetere possa usufruire dei finanziamenti regionali, frutto dei provvedimenti per l’accelerazione della spesa per gli interventi sullo storico edificio della scuola “Principe di Piemonte” di corso Garibaldi.

    Il sindaco, però, non ha il problema della completezza dell’informazione, al contrario di noi, che questo problema, invece, lo affrontiamo ogni giorno, cercando di riscontrarlo in maniera concreta. E per questo, oggi, venerdì, ci siamo messi faticosamente a navigare all’interno del Bollettino Ufficiale della Campania pubblicato lo scorso 10 marzo, che contiene, al suo interno, un decreto dirigenziale in cui vengono elencati i Comuni che sono stati ammessi ai finanziamenti Paes, riguardanti la realizzazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile a servizi di edifici di proprietà dei Comuni e la realizzazione di interventi di efficientamento energetico.

    Il progetto del Comune di Santa Maria Capua Vetere è stato scartato, e dunque il finanziamento è diventato solo una pia illusione.

    Chi segue con attenzione e con costanza il lavoro di Casertace, sa bene anche chi è stato il professionista che questo progetto ha redatto: Gaetano Capitelli, ovvero l’ennesimo Capitelli coinvolto in vicende di incarichi o di affidamenti da parte dell’amministrazione comunale.

    Stanno dappertutto: c’è Rino Capitelli, autodefinitosi consigliere comunale di Forza Italia, il quale, dopo aver incassato dall’amministrazione Di Muro gli esiti altamente remunerativi della conferenza dei servizi famosa, continua a incassare soldi pubblici manutenendo le auto di proprietà del Comune.

    Poi c’è Maurizio Capitelli, il quale, da segretario cittadino del Pd, continua ad incassare una barca di quattrini per vendita e manutenzione di fotocopiatrici, scanner, e compagnia cantata.

    E infine c’è Gaetano Capitelli, pupillo di Nicola Leone, a quanto pare ancora componente dell’Ufficio di Piano che, da decenni, cerca di mettere a punto prima un nuovo Prg e ora il Puc.

    Pensate un poco che, a quanto fu propinato, sempre attraverso comunicato stampa, al popolo bue, questo Gaetano Capitelli si sarebbe visto premiato, dato che il suo progetto darebbe risultato il migliore rispetto ad altre idee, pure arrivate negli uffici del Comune.

    Alla faccia del bicarbonato di sodio, avrebbe detto Totò. Se questo era il migliore progetto, e ha fattto la fine che ha fatto, a causa, così è scritto testualmente nel decreto dirigenziale della Regione, di un errore nell’allegato B, con spese dichiarate che superano il 12% dell’importo dei lavori, figuriamoci cosa dovevano essere gli altri lavori presentati.

     

    G.G.

    Immagine

     

    PUBBLICATO IL: 14 marzo 2014 ALLE ORE 18:00