Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CANCELLO ED ARNONE ALLE ELEZIONI/ Emerito: “La Guardia di finanza in comune per l’esposto di un politico locale”


        La vicenda che le Fiamme gialle stanno analizzando dovrebbe riguardare una cooperativa sociale che aveva il compito di immettere nel circuito lavorativo giovani alle prime esperienze oppure ragazzi con situazioni economiche disagiate. Emerito non si dimostra preoccupato: “La cooperativa ha vinto la gara con regolare procedura”.   CANCELLO ED ARNONE – Raffaele Ambrosca, nel […]

     

    Nella foto, il sindaco uscente Pasqualino Emerito

     

    La vicenda che le Fiamme gialle stanno analizzando dovrebbe riguardare una cooperativa sociale che aveva il compito di immettere nel circuito lavorativo giovani alle prime esperienze oppure ragazzi con situazioni economiche disagiate. Emerito non si dimostra preoccupato: “La cooperativa ha vinto la gara con regolare procedura”.

     

    CANCELLO ED ARNONERaffaele Ambrosca, nel suo ultimo intervento rilasciato a Casertace.net, si era mostrato preoccupato per le continue visite della Guardia di finanza in comune e aveva chiesto al sindaco proprio di spiegare il perché delle ripetute “affacciate” delle Fiamme gialle in municipio.

    Sicuramente questi episodi non contribuiscono al rasserenamento del già, oramai consolidato, incandescente clima che aleggia su Cancello ed Arnone a causa dell’imminente competizione elettorale. Pasqualino Emerito, senza riserve, entra nel merito della faccenda “Guardia di finanza in municipio” proprio per cercare di far luce sulla questione e rassicurare la popolazione.

    “E’ stato fatto un esposto da un politico locale – ci informa il sindaco, contattato telefonicamente. – Credo che tale esposto sia stato fatto solamente per creare suspense e impressionare i cittadini.”

    L’esposto dovrebbe avere come oggetto le azioni di una cooperativa sociale. “La cooperativa – sostiene Emerito – ha vinto la gara per il comune con una regolare procedura negoziata. Aveva il compito o di immettere nel circuito del lavoro, con contratti a progetto,  giovani alle prime esperienze oppure di dare chance a ragazzi caratterizzati da situazioni economiche disagiate. Questi ragazzi si occupavano  – precisa il sindaco – di sensibilizzare la popolazione alla raccolta differenziata,della distribuzione dei kit per la differenziata e dell’igiene urbano, percependo somme, determinata da contratti a progetto,  di circa 300 euro”

    Per ora la Guardia di finanza sta raccogliendo materiale per provare o meno la sussistenza dell’esposto. Staremo a vedere.

    Giuseppe Tallino

    PUBBLICATO IL: 11 aprile 2013 ALLE ORE 20:05