Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAMORRA E ONORANZE FUNEBRI A MONDRAGONE / Si svegliano anche Mario Fusco e il Pd e chiedono informazioni a Schiappa dopo il caso Eden


      E’ stata protocollata una richiesta di sindacato ispettivo da parte dei consiglieri comunali. Si attendono risposte   MONDRAGONE – Meglio tardi che mai, anche i consiglieri Mario Fusco e Emilio Martucci del Pd, hanno accolto l’invito di Casertace, affinchè fosse fatta chiarezza sulla vicenda degli affidamenti di alcuni servizi di trasporto da parte del Comune […]

    Nelle foto, da sinistra, Mario Fusco ed Emilio Martucci

     

    E’ stata protocollata una richiesta di sindacato ispettivo da parte dei consiglieri comunali. Si attendono risposte

     

    MONDRAGONE – Meglio tardi che mai, anche i consiglieri Mario Fusco e Emilio Martucci del Pd, hanno accolto l’invito di Casertace, affinchè fosse fatta chiarezza sulla vicenda degli affidamenti di alcuni servizi di trasporto da parte del Comune di Mondragone all’impresa di onoranze funebri Eden, ormai notissima ai nostri lettori per la sua implicazione indiretta all’interno di un processo di camorra, che ha portato recentemente alle condanne di Pasquale La Torre e Michele Pagliaro, che secondo i giudici del tribunale di Napoli avrebbero imposto  a Mondragone, proprio il monopolio dell’Eden.

    Qualche giorno fa si era mosso il consigliere comunale dell’Udc, Alessandro Pagliaro, oggi Fusco della lista civica Io Amo Mondragone e Martucci del Pd, hanno a loro volta chiesto al sindaco Schiappa di poter svolgere in maniera compiuta il loro diritto di sindacato ispettivo, di conoscere se gli atti prodotti dall’amministrazione comunale tengono conto delle attuali norme sulla polizia funeraria.

     

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLA RICHIESTA DI INFORMAZIONI SULLA GESTIONE DEI SERVIZI DI ONORANZE FUNEBRI A MONDRAGONE

     

     

    Al Sindaco del Comune di Mondragone
    Dott.Giovanni Schiappa

    Assessore al ramo del Comune di Mondragone

    Presidente del Consiglio Comunale di Mondragone
    Signor Pasquale Marquez
    Loro Sedi

    Oggetto: Servizio attività funerarie.

    I sottoscritti consiglieri comunali, Mario Fusco ed Emilio Martucci, in proprio ed in qualità di rappresentanti, dei gruppi consiliari IDV e PD, propongono il seguente atto ispettivo.
    PREMESSO CHE:
    • la Legge Regionale 24 novembre 2001 n. 12, disciplina ed armonizza le attività funerarie;
    1. il Capo IV – art. 9 della medesima legge, stabilisce che ogni Comune della Regione Campania con popolazione superiore ai cinquemila abitanti deve munirsi di apposito regolamento comunale di polizia mortuaria;
    2. i Comuni devono disciplinare nei propri regolamenti le attività dei servizi funerari, oltre a provvedere, anche in consorzio tra di loro a stabilire gestioni di servizi cimiteriali tali da consentire l’esecuzione ottimale degli stessi;
    3. nella disposizione dei servizi cimiteriali, il Comune deve distinguere le prestazioni rese in forma gratuita da quelle erogate in forma onerosa a domanda individuale, provvedendo, per quest’ultima gestione, alla necessaria copertura di spesa.
    • Il Comune di Mondragone ha adottato il regolamento comunale di polizia mortuaria.
    • il servizio sopra richiamato, ha fatto registrare, nell’assestamento di bilancio, un incremento del relativo capitolo al fine di poter garantire l’espletamento dello stesso;

    CONSIDERATO CHE:

    • La Legge Regionale del 21-1-2010 n. 2 (Finanziaria 2010), ha modificato la L.R. del 24 novembre 2001 n. 12;
    • La legge regionale 24 novembre 2001, n. 12 (Disciplina ed armonizzazione delle attività funerarie), è così modificata:
    1. all’articolo 9, il comma 2 è sostituito dal seguente: “ I comuni devono disciplinare nei propri regolamenti le attività dei servizi funebri e dei lavori cimiteriali assicurando che tali attività siano espletate da impresa che garantisca, in via comunicativa e funzionale, il possesso di locali e mezzi idonei stabiliti dal regolamento comunale e con alle proprie dipendenze, con contratto di lavoro subordinato e continuativo, personale in possesso dei requisiti formativi di cui all’articolo 7, comma 1, definiti con Delib.G.R. 15 maggio 2009, n. 963. La dotazione minima di personale per le imprese svolgenti l’attività funebre deve essere di un direttore tecnico, per ogni sede o filiale, e quattro operatori funebri, che può variare in aumento in relazione alle dimensioni del comune dove si esercita ed al numero dei servizi eseguiti. Le imprese già esercitanti devono adeguarsi ai predetti requisiti entro il 31 dicembre 2011..
    TUTTO CIO’ PREMESSO
    INTERROGANO
    Il Signor Sindaco e l’Assessore delegato per sapere:
    1. se il regolamento di polizia mortuaria del Comune di Mondragone ha recepito le modifiche apportate dalla L.R. n.2/2010;
    2. Se le prescrizioni e le dotazioni per le imprese funerarie operanti sul territorio comunale, previste all’art 9, comma 2, della L.R. n.2/2010 sono state verificate e controllate dagli uffici comunali competenti,
    3. Se è stato adottato il CODICE DEONTOLOGICO DELLE IMPRESE FUNEBRI – allegato A L.R.n.12/2001-;
    4. quali modalità di gestione e quali procedure sono state utilizzate dal Comune di Mondragone per l’erogazione dei servizi funerari;
    5. Quale è stato il costo complessivo dettagliato del servizio in oggetto relativamente all’anno 2012.
    Si sottolinea l’urgenza della presente. Pertanto, si chiede gentilmente la contestuale iscrizione del punto all’O.d.G. al primo Consiglio Comunale utile.
    Mondragone 18.03.2013
    Distinti Saluti

    I Consiglieri Comunali
    Mario FUSCO
    Emilio MARTUCCI

    PUBBLICATO IL: 26 marzo 2013 ALLE ORE 9:05