Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AVERSA – Sagliocco mette una toppa al debito miliardario del comune con la Regione per le acque reflue


      Stamattina, l’incontro tra il dirigente del Comune e quelli napoletani. IN CALCE IL COMUNICATO STAMPA   AVERSA –  Uno dei fardelli più pesanti, ereditati dalla precedente amministrazione dal sindaco Giuseppe Sagliocco, è l’enorme buco debitorio apertosi a suo tempo nei confronti dell’Eniacqua, che fino a qualche anno fa si occupava sia dei canoni per […]

     

    Stamattina, l’incontro tra il dirigente del Comune e quelli napoletani. IN CALCE IL COMUNICATO STAMPA

     

    AVERSA –  Uno dei fardelli più pesanti, ereditati dalla precedente amministrazione dal sindaco Giuseppe Sagliocco, è l’enorme buco debitorio apertosi a suo tempo nei confronti dell’Eniacqua, che fino a qualche anno fa si occupava sia dei canoni per la fornitura dell’acqua potabile, sia di quelli per lo sversamento delle acque reflue.

    Da qualche tempo, questa seconda competenza è passata alla Regione Campania. Dunque, l’amministrazione comunale si è trovata sul groppone due situazioni debitorie, con delle transazioni fatte a tutto svantaggio del Comune.

    In questi mesi, Sagliocco ha dovuto lavorare per non far pesare questi quasi 18 milioni di euro complessivi, relativi anche agli esercizi in corso sulle casse del Comune. E oggi, alla Regione Campania, si è stipulata una nuova transazione che collega, sostanzialmente il pagamento da parte del Comune di questi debiti, all’incasso proveniente dalle bollette.

    G.G.

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE DI AVERSA

    Un incontro con la Regione Campania per discutere della situazione legata alla questione idrica, delle fognature e della depurazione delle acque per definire le tempistiche dei pagamenti. A tale incontro hanno partecipato i dirigenti comunali partendo da quanto effettuato in precedenza. Già lo scorso anno, infatti, il comune di Aversa aveva chiesto alla Regione Campania una diversa tempistica dei pagamenti relativi alle rate della transazione approvata nel 2009.

    Alla luce  delle nuove disposizioni legislative regionali in tema di rateizzazione della situazione debitoria, il Comune ha in programma di prevedere un nuovo piano per il pagamento delle rate, ma soprattutto gli uffici comunali competenti, unitamente a quelli regionali, stanno predisponendo un piano di rimodulazione degli importi, anche relativamente agli anni pregressi, che tengano conto delle liste di carico limitando i pagamenti in ragione delle riscossioni.

    Tale nuova rimodulazione sicuramente  comporterà una riduzione dei costi a carico del Comune e la possibilità di procedere alle liquidazioni senza incidere in maniera gravosa sulla liquidità di cassa dell’Ente. Nei prossimi giorni, seguiranno ulteriori incontri, tra i tecnici regionali e quelli comunali, per definire gli aspetti tecnici dell’avviato procedimento amministrativo.

    La situazione economica con Eniaqua, prima, e Acqua Campania, poi, parte da lontano. Nel 2009 l’allora amministrazione Comunale mise fine ad un contenzioso che durava da oltre vent’anni e con circa 30 milioni di euro, oltre interessi per quasi un ventennio, di canoni non pagati dal Comune di Aversa. Il Comune assicurava al creditore EniAcque “solo” dodici milioni di euro. L’accordo prevedeva, però, che il mancato pagamento anche di una sola rata avrebbe fatto rivivere l’intero debito. Nel settembre scorso, a causa delle difficoltà di cassa dell’Ente, il comune di Aversa non aveva onorato la rata in scadenza. Da qui il timore di rivedere sul tappeto l’ingente debito e l’intervento del sindaco Sagliocco per spostare il debito del 2012 al giugno 2013 senza penalità.

    PUBBLICATO IL: 19 giugno 2013 ALLE ORE 16:53