Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AVERSA – Nicla Virgilio “mette bocca” e riscalda la biblioteca. Il palazzo è…Gaudioso


      Dopo la presa di posizione della vicesindaca, arriva, a stretto giro di posta…elettronica, il controaffondo del responsabile cittadino dei Giovani Democratici     AVERSA – Un nuovo capitolo di una polemica che si trascina ormai da tempo, e che da al Pd locale la possibilità di issare ancora una volta la bandiera della rivendicazione […]

     

    Dopo la presa di posizione della vicesindaca, arriva, a stretto giro di posta…elettronica, il controaffondo del responsabile cittadino dei Giovani Democratici

     

     

    AVERSA – Un nuovo capitolo di una polemica che si trascina ormai da tempo, e che da al Pd locale la possibilità di issare ancora una volta la bandiera della rivendicazione di quello che, ad avviso del segretario Andreozzi, è frutto solo e solamente dell’azione di denuncia e di pungolo realizzata dal partito di opposizione nei confronti dell’amministrazione e della vicesindaca Nicla Virgilio.

    Le condizioni della biblioteca di Palazzo Gaudioso, il funzionamento del riscaldamento, la sua recente riattivazione, rinfocolano il botta e risposta tra la Virgilio, che ha parlato ieri, venerdì, e Andreozzi, che replica oggi.

    La questione non è molto appassionante, dato che il fatto sostanziale e sostanzioso, cioè la riattivazione dell’impianto di riscaldamento, è un dato positivo a prescindere da chi, tra la Virgilio e il Pd abbia ispirato e determinato questo progresso strutturale di un servizio importante per la città.

    In poche parole, se abbiamo capito bene, su stimolo di Andreozzi, la Virgilio, come afferma testualmente il giovane Pd, “ha messo bocca…” e ha riscaldato Palazzo Gaudioso.

    Questa la sintesi.

     

    G.G.

    Di seguito, il comunicato stampa integrale dei Giovani Democratici:

    “L’unico mistero che gli aversani vorrebbero vedere svelato riguarda le ragioni alla base del pagamento degli stipendi agli assessori comunali”. Antonio Andreozzi, segretario dei Giovani Democratici di Aversa usa l’arma dell’ironia per rispondere alle accuse del vicesindaco Nicla Virgilio che, a mezzo stampa, ha cercato di delegittimare l’azione dell’organizzazione giovanile del Pd sulla biblioteca comunale. “Tralasciando – continua Andreozzi –  il grottesco tentativo di delegittimare un gruppo di giovani, che con passione si impegna per risollevare le sorti della propria città, mettendo bocca su fatti che evidentemente non conosce dalla nota del vicesindaco comprendiamo che non ha mai messo piede a Palazzo Gaudioso”. In particolare Andreozzi si riferisce alla frase: “Il freddo e il gelo frase che ricorda la canzone di Natale, con la quale si esordisce per descrivere le condizioni in cui si afferma che studino gli utenti della struttura, dichiarazioni queste non ancora mostrate, sono semplici frasi ad effetto per creare un caso, che non sembra esiste. L’impianto di riscaldamento è entrato in funzione. ”.  “Quando abbiamo sollevato la questione riscaldamento – spiega – il caso c’era ed infatti sarebbe bastato che il vicesindaco avesse parlato, almeno una volta negli ultimi anni, con i dipendenti della struttura o con chi la frequenta tutti i giorni. Per le altre critiche ribadiamo quanto già detto più volte la politica non può fare da scaricabarile sui dirigenti o su ditte esterne. E’ la politica che deve vigilare sull’effettivo funzionamento dei servizi pubblici e incalzare tecnici. Il problema del riscaldamento della biblioteca era una questione che si trascinava da anni e la Virgilio non è una novizia dell’amministrazione cittadina per cui prendiamo atto, con soddisfazione, che la nostra azione di denuncia sia servita a risolvere una situazione che, probabilmente, senza la rilevanza mediatica, l’amministrazione comunale avrebbe continuato ad ignorare”. “Vicesindaco Virgilio – conclude Andreozzi – i Gd, però, non la ringraziano perché a Palazzo Gaudioso è stata ripristinata l’ordinarietà e non si preoccupi non siamo rimasti orfani di nessuna battaglia perché con l’amministrazione di cui lei fa parte state affossando una città e noi ci fermeremo soltanto quando sarete andati a casa”.

    PUBBLICATO IL: 4 gennaio 2014 ALLE ORE 18:50