Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AVERSA – Ieri il convegno sul “70° anniversario della Liberazione di Aversa”


        L’incontro si è svolto al Liceo scientifico “G. Siani” di Aversa, organizzato dal dirigente scolastico Rosaria Barone. Tra i temi affrontati “il 43 in Italia” e “Aversa tra i tedeschi e gli Alleati nei manifesti dell’epoca”. Forte la partecipazione dell’istituzione comunale Ha avuto inizio alle ore 17. 30 di ieri pomeriggio il Convegno […]

     

    Nella foto Nicola de Chiara

     

    L’incontro si è svolto al Liceo scientifico “G. Siani” di Aversa, organizzato dal dirigente scolastico Rosaria Barone. Tra i temi affrontati “il 43 in Italia” e “Aversa tra i tedeschi e gli Alleati nei manifesti dell’epoca”. Forte la partecipazione dell’istituzione comunale

    Ha avuto inizio alle ore 17. 30 di ieri pomeriggio il Convegno in occasione del del “70*anniversario della Liberazione di Aversa“. L’evento, organizzato dalla prof.ssa Rosaria Barone, Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico “G.Siani” ha avuto luogo nell’Aula Magna dell’Istituto.

    Prima dell’inizio del Convegno, gli studenti, hanno incontrato Nicola De Chiara, autore del libro,”Il podestà Andreozzi. L’uomo che salvò Aversa“. “Il buon soldato  – decorato durante la prima guerra mondiale con tre medaglie d’argento al Valore Militare – era rimasto al suo posto per nulla spaventato dalla furia nazista: per il ‘dovere ‘ compiuto, dall’agosto all’ottobre del 1943 alla guida di Aversa, si era conquistata la fiducia degli Alleati. Promosso Sindaco, per motivi politici fu, poi, accusato di aver collaborato con i tedeschi in quei nefasti giorni e giudicato dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere. Un processo che gli dimostrò la gratitudine degli aversani per quanto aveva fatto. Una storia incredibile che maturò in un quadro tragico. Le devastazioni provocate dalle bombe degli Alleati, prima, e tedesche, poi. Gli incidenti, gli attentati. I morti, i feriti. La fame, i saccheggi. Un inferno di angosce e di passioni che vedrà una timida luce solo sul finire del 1946, quando lo spettro della guerra era ormai lontano, la Repubblica aveva preso il posto della Monarchia e gli Aversani erano ritornati a scegliere i loro rappresentanti del Comune“.

    Il Convegno vero e proprio, invece, è iniziato con i saluti della prof.ssa Barone, poi è intervenuta la dott.ssa Franca Cosima Cincotti, assessore provinciale alla Pubblica Istruzione. Il prof. Claudio Del Villano, docente di storia e filosofia, ha descritto la situazione de “Il 43 in Italia“, dando un quadro di ciò che accadeva in quel periodo, ma soprattutto facendo capire ai presenti come si arrivò alla liberazione di Aversa. L’argomento trattato dal dott. De Chiara, invece, è stato  il “4 ottobre 1943, arrivano gli Alleati“, descrivendo ciò che accadde in quel periodo facendo rivivere le tragiche vicende che interessarono Aversa e l’Agro, e insieme l’importanza delle stesse. Il relatore ha condotto gli spettatori a ripercorrere, con la loro immaginazione “il momento culminante in cui le truppe canadesi e inglesi arrivarono ad Aversa da Gricignano e altre truppe entrarono da Giugliano per poi riunirsi nel cuore della città, cioè a piazza Municipio. Entrarono per liberare Aversa e invitarono Luigi Andreozzi a salire sul carro“. Erano presenti in sala anche i consiglieri Santulli e Michele Galluccio.

    Nicola De Chiara ha manifestato la sua soddisfazione per la rappresentanza del Consiglio comunale, di un membro della maggioranza e uno dell’opposizione. Di grande valore é stata anche la mostra documentaria, “Aversa tra i tedeschi e gli Alleati nei manifesti dell’epoca“,che è rimasta aperta dalle ore 9.30 alle ore 18.30 , a cura della prof.ssa Sonia Ebraico.

    PUBBLICATO IL: 12 dicembre 2013 ALLE ORE 10:17