Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AVERSA / Chiesa dello Spirito Santo e Casa Cimarosa, ok della soprintendenza, ma a condizione…


    E’ arrivato il sospirato placet della David, naturalmente determinati lavori dovranno essere fatti con precise prescrizioni AVERSA - La sovrintendenza per i beni architettonici delle Province di Caserta e di Benevento ha dato l’ok ai progetti per il restauro della Chiesa dello Spirito Santo di proprietà comunale e da adibire a sede della costituenda Fondazione […]

    Nelle foto, da sinistra, la Casa Cimarosa e la soprintendente Paola Raffaella David

    E’ arrivato il sospirato placet della David, naturalmente determinati lavori dovranno essere fatti con precise prescrizioni

    AVERSA - La sovrintendenza per i beni architettonici delle Province di Caserta e di Benevento ha dato l’ok ai progetti per il restauro della Chiesa dello Spirito Santo di proprietà comunale e da adibire a sede della costituenda Fondazione Cimarosa e per i lavori di completamento statico, recupero e restauro di Casa Cimarosa. Il soprintendente Paola Raffaella David ha comunicato all’Amministrazione Comunale guidata di Aversa dell’approvazione del progetto preliminare, purché “nel corso dell’intervento vengano comunicate tutte le fasi sul suo svolgimento al fine di concordare in corso d’opera eventuali dettagli relativi alla scelta delle finiture; che i lavori vengano eseguiti da impresa qualificata per le categorie di restauro; che la spicconatura degli intonaci e degli stucchi, sia realizzata solo ed esclusivamente nelle zone ammalorate e non recuperabili, per le restanti parti sia previsto esclusivamente il consolidamento ed il restauro”.

    L’ok della sovrintendenza consente all’Amministrazione Comunale di continuare l’opera nell’ambito del Programma PIU Europa. Sia il restauro della Chiesa dello Spirito Santo che i lavori di completamento statico, recupero e restauro di Casa Cimarosa, infatti, sono previsti e finanziati dal programma comunitario dei Piu Europa. Qualche settimana fa il sindaco di Aversa, Giuseppe Sagliocco, in sede di cabina di regia aveva dato una nuova linfa al programma integrato urbano rimodulando senza  modificare gli importi finanziari alcune opere del programma. E nello specifico è stato approvato, prima dalla giunta comunale, e poi portato all’attenzione della cabina di regia il progetto preliminare riguardante i lavori di riqualificazione di piazza Marconi. L’importante piazza situata nel cuore del centro storico sarà oggetto di lavori di riqualificazione e restyling per un importo, finanziato nell’ambito del Piu Europa, pari a 2milioni 456mila euro. Rispetto al progetto previsto in prima battuta, vengono impiegate meno risorse (il primo progetto prevedeva un impiego di 4milioni e 583mila euro) in quanto sono stati eliminati i sondaggi archeologici e la creazione del parco archeologico. La modifica del progetto è stata resa necessaria dall’esigenza della tempistica di esecuzione. Entro il mese di settembre 2015, infatti, tutte le opere finanziate dal programma Piu Europa devono essere concluse e da qui la necessità di eliminare il parco archeologico che comporterebbe un eventuale non rispetto dei tempi di esecuzione dell’opera. Il nuovo progetto di riqualificazione di Piazza Marconi, pur eliminando i sondaggi archeologici, prevede un ripristino dell’antica piazza delle Erbe nel pieno rispetto degli elementi storici ed architettonici. La somma ‘risparmiata’ quindi, su piazza Marconi  sarà reinvestita nel restauro della Chiesa dello Spirito Santo da adibire a sede della costituenda fondazione Cimarosa. Un progetto già approvato nell’ambito del Piu Europa ma non finanziato. Per tale opera saranno impiegati 2milioni 377mila euro. L’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Giuseppe Sagliocco, per tale intervento ha già approvato un progetto premilitare in giunta che ora ha ottenuto il parere favorevole della Sovrintendenza.

    “Con questa rimodulazione – ha spiegato il sindaco Giuseppe Sagliocco – diamo una nuova linfa al programma integrato urbano. Adesso abbiamo la certezza dei tempi e delle risorse impiegate. Dobbiamo solo lavorare nel pieno rispetto dei tempi. I fondi del Piu Europa rappresentano un’importante partita per la crescita e lo sviluppo di Aversa che non possiamo e non dobbiamo farci scappare”.

    PUBBLICATO IL: 4 aprile 2013 ALLE ORE 17:39