Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AVERSA – ALLEGRIAAAAAA!!!! 3000 euro di gettoni di presenza per un Consiglio durato 10 minuti


    Ecco come si spreca senza vergogna il danaro pubblico. Quantomeno si sarebbero potute associare le interrogazioni alla surroga di Morra con Pandolfi. I 3000 euro sono i soldi che i cittadini aversani spendono i gettoni di presenza dei consiglieri comunali per ogni seduta. AVERSA – Siccome sui soldi di Pantalone si può speculare quanto si vuole, […]

    Nella foto, il consigliere Sel Pandolfi con il sindaco Sagliocco

    Ecco come si spreca senza vergogna il danaro pubblico. Quantomeno si sarebbero potute associare le interrogazioni alla surroga di Morra con Pandolfi. I 3000 euro sono i soldi che i cittadini aversani spendono i gettoni di presenza dei consiglieri comunali per ogni seduta.

    AVERSA – Siccome sui soldi di Pantalone si può speculare quanto si vuole, tanto, chi sene frega pagano quei fessi dei cittadini, stamattina, il sindaco Sagliocco, utilizzando il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Stabile, ben lungi dall’essere un garante istituzionale ha chiesto che si celebrasse un consiglio comunale con un unico e rapidissimo ordine del giorno: la surroga del consigliere comunale dimissionario di Sinistra ecologia e libertà, Pasquale Morra con il subentrante Pasquale Pandolfi.

    Non diciamo che questo Consiglio di stamattina poteva essere utilizzato per approvare il bilancio, ma quantomeno potevano esserci associate le interrogazioni e le interpellanze, che evidentemente quei grandi lavoratori degli assessori non conoscono ancora a sufficienza per poter rispondere a chi le ha inoltrate.

    Risultato: oggi, mercoledì per una mezza cazzata da definire in quattro e quattrotto, i cittadini di Aversa hanno speso 3000 euro più altri costi, dato che 3000 euro è l’ammontare complessivo dei gettoni di presenza che toccano ai consiglieri comunali per ogni seduta del Consiglio.

    3000 oggi, 3000 nel Consiglio sulle interrogazioni e 3000 in quello relativo all’approvazione del bilancio. Sprechi, soldi buttati via, senza alcun rispetto per le ragioni di una gestione morigerata e seriamente attenta alle necessità, ormai sempre più impellenti del risparmio del pubblico danaro.

     G.G.

    PUBBLICATO IL: 2 ottobre 2013 ALLE ORE 16:09