Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ORE 15:42 ESCLUSIVA MARCIANISE, altra bufera nell’amministrazione: revocato in autotutela il bando per i loculi cimiteriali e il (detta alla milanese) Topo scappa


      Una convocazione urgentissima del sindaco De Angelis: “Inutile dire che si tratta di operazioni che determinano grandi ricadute ed interessi economici” CLICCA QUI PER ACCEDERE AL PORTALE DEL COMUNE DI MARCIANISE DOVE SI LEGGE DELLA REVOCA DEL BANDO   MARCIANISE – Nuovo caos amministrativo a Marcianise: questa volta la vicenda ha davvero dell’incredibile. Il caso, […]

    Nella foto, da sinistra: Filippo Topo e il cimitero di Marcianise

     

    Una convocazione urgentissima del sindaco De Angelis: “Inutile dire che si tratta di operazioni che determinano grandi ricadute ed interessi economici”

    CLICCA QUI PER ACCEDERE AL PORTALE DEL COMUNE DI MARCIANISE DOVE SI LEGGE DELLA REVOCA DEL BANDO

     

    MARCIANISE – Nuovo caos amministrativo a Marcianise: questa volta la vicenda ha davvero dell’incredibile.

    Il caso, impazzato questa mattina, riguarda il bando per l’assegnazione delle poco più di 30 cappelle gentilizie da 10 loculi che i cittadini marcianisani tanto attendevano e del quale, dalla firma della determina avvenuta lo scorso 26 novembre ad opera del dirigente Angelo Piccolo, non si era avuta più notizia.

    Ebbene, il bando è stato inspiegabilmente pubblicato alla mezzanotte e un minuto di ieri sera, giovedì, senza che nessuno, dal Comune di Marcianise, ne avesse fatta comunicazione ufficiale ai cittadini.

    Eppure questa mattina, ben prima dell’orario di apertura, quasi una cinquantina di persone erano già in fila fuori dall’ufficio postale di piazza Principe di Napoli, pronte a presentare la domanda per l’assegnazione delle cappelle.

    Il bando, infatti, prevedeva che, delle domande pervenute, si sarebbe stilato l’elenco degli aventi diritto in base alla data e all’orario di spedizione delle raccomandate. A parità di data ed orario di spedizione le istanze di assegnazione sarebbero state ordinate in base al numero di protocollo comunale.

    Insomma, per la serie chi prima arriva, meglio alloggia.

    Che si siano tutti fortuitamente trovati a navigare sul sito del Comune di Marcianise ieri notte? Come è possibile che tante persone fossero a conoscenza della pubblicazione del bando, consideratane l’ora tarda e la scarsa, se non nulla, informazione al riguardo?

    Ma non è finita qui, ed ecco il vero incredibile della vicenda: le notizie, si sa, corrono veloci, e questa mattina la voce si è diffusa velocemente tra i cittadini e gli stessi membri del consiglio comunale che, a quanto pare (escluso qualche fedelissimo del sindaco De Angelis) non sapevano nulla della pubblicazione del bando.

    Il vulcano ci ha messo poco ad eruttare, e così, alla richiesta di delucidazioni al riguardo avanzata da Pdl e Fratelli d’Italia, è stato convocato, poco dopo mezzogiorno, un vertice di maggioranza d’urgenza.

    Risultato? Il bando è stato revocato dopo poco più di 12 ore dalla sua pubblicazione.

    Un’altra mina sotto i piedi del sindaco De Angelis, che non ha compreso bene, evidentemente, quali siano le attitudini e le specialità della casa del gruppo “Marcianise Più”, che se ha determinato già l’implosione di un’amministrazione comunale un motivo ci sarà pure.

    E allora, il sempre più spaesato primo cittadino, a cui ci ostiniamo, per umana simpatia a dare da mesi dei consigli che lui, sistematicamente, ignora, finisce per imbattersi in mattinate come quella odierna, durante la quale si trova costretto a convocare, con procedura d’urgenza, riunioni di maggioranza che assomigliano ad una gabinetto di guerra.

    Il bando per i loculi cimiteriali, firmato dal dirigente Piccolo, su indirizzo e indicazione del super assessore del Nuovo Centrodestra, fu “Marcianise Più”, Topo, a conclusione di questa riunione, è stato revocato in autotutela, dopo aver ravvisato, al suo interno, delle evidenti irregolarità.

    Topo, alla riunione, conclusasi poco fa, non si è proprio presentato.

    Vi aggiorneremo, a breve, sulla versione dei fatti del sindaco De Angelis.

     

    Gianluigi Guarino

    Maria Concetta Varletta

    PUBBLICATO IL: 10 gennaio 2014 ALLE ORE 15:46