Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LA LETTERA – Pescopagano di MONDRAGONE, lotti interclusi incendiati e grondanti di rifiuti. Qui la lotta alla legalità non è uno slogan


      Giriamo all’assessore all’Ambiente Zoccola la segnalazione giuntaci dalle associazioni della località periferica di Mondragone.  Egregio direttore, qualche mese fa scrivevo al vostro giornalista Ive per quanto riguarda il classico ed indimenticato problema di Torre di Pescopagano. Come ogni estate in questa zona, a causa di mancanza di minimi interventi, iresidenti hanno la possibilità di […]

    nelle foto, da sinistra, l’assessore Zoccola e un’immagine della località di Pescopagano

     

    Giriamo all’assessore all’Ambiente Zoccola la segnalazione giuntaci dalle associazioni della località periferica di Mondragone. 

    Egregio direttore,
    qualche mese fa scrivevo al vostro giornalista Ive per quanto riguarda il classico ed indimenticato problema di Torre di Pescopagano.
    Come ogni estate in questa zona, a causa di mancanza di minimi interventi, iresidenti hanno la possibilità di scegliere tra morire intossicati e vivere nel terrore.
    Infatti questa zona è meta di deposito di rifiuti di qualsiasi genere, a partire dagli scarti delle piante fino ad arrivare allo scarico di ben noto materiale pericoloso quale essere l’eternit.
    Tutto questo circondato da una mancata applicazione di quelle che sono le regole che la stessa amministrazione dimentica di avere essa stesso voluto.
    Terre incolte, vegetazione alta, incendi continui. I Vigili del Fuoco, forse per senso delle istituzioni, non dicono nulla ma ben si sa cosa pensano di un’amministrazione che disapplica le regole del buon vivere civile e cioè i controlli e le sanzioni a carico dei proprietari di lotti incolti. Qui nessuno dice Punite Punite Punite! ma un minimo di decoro forse sarebbe da pretendere.
    Inoltre questa zona è priva di segnaletica e toponomastica quasi che il Comune si sia dimmenticato di questa landa.
    Mi trovo a dover chiedere pubblicamente l’intervento del Primo cittadino e di chiedere cosa  intende fare. Il neo assessore Zoccola, che non conosco personalmente ma a cui va il doveroso ringraziamento della cittadinanza per essersi eretto in prima persona a quella piaga che come un virus silente uccide, sa bene che la legalità la si costruisce in un territorio decoroso e non solo con proclami elettorali. Quindi adesso la palla è lanciata nel campo avversario, vedremo cosa si impegneranno a fare, cosa faranno e se sentiranno il dovere di rispondere a chi come me non è altro che una piccola goccia in un mare.

    Cordiali saluti

    Lettera Firmata
    LA REPLICA – Non ci siamo dimenticati della località di Pescopagano. Purtroppo la provincia di Caserta è composta da 141 comuni e anche in altri centri urbani ci sono problemi che vanno affrontati. Con i nostri pochi mezzi a disposizione possiamo segnalarli, approfondire qualche questione, ma dobbiamo effettuare una cronaca ad ampio raggio per poter accontentare un po’ tutti.
    Comunque Pescopagano per l’assessore Zoccola sarà una vera sfida per la legalità, quella vera, non quella fatta di slogan rilanciati sulla stampa o sulle pagine facebook. Il suo caso lo segnaliamo e lo pubblichiamo.
    Max Ive

    PUBBLICATO IL: 29 giugno 2013 ALLE ORE 12:15