Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    L'ANALISI / La manifestazione di Castel Volturno: politici con l'arte della mimesi


      La kermesse è stata un successo, ma il merito va alla crisi e al disastro politico di 40 anni di cattiva gestione del territorio. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL COMMENTO DELL’EX CONSIGLIERE ANTONIO LEONE E IL MANIFESTO DEL PD DI CASTEL VOLTURNO CASTEL VOLTURNO - Siamo giunti al Day After della manifestazione di Castel Volturno. […]

     

    La foto ricordo scattata a Pinetamare per la manifestazione di Castel Volturno. Si intravedono numerosi esponenti della sinistra mimetizzati tra le associazioni: Dimitri Russo, Tommaso Morlando, Raffaele De Crescenzo e….

    La kermesse è stata un successo, ma il merito va alla crisi e al disastro politico di 40 anni di cattiva gestione del territorio. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL COMMENTO DELL’EX CONSIGLIERE ANTONIO LEONE E IL MANIFESTO DEL PD DI CASTEL VOLTURNO

    CASTEL VOLTURNO - Siamo giunti al Day After della manifestazione di Castel Volturno. Abbiamo aspettato 24 ore per scrivere una nota, anzi un’analisi alla kermesse, che a detta degli organizzatori è stata caratterizzata dalla partecipazione di 3000 persone.

    Un dato e un fatto storico per una città, nella quale le manifestazioni di piazza sono sempre fallite. Nel paese delle speculazioni edilizie, dei demani occupati, delle cave di sabbia trasformate in laghetti, delle discariche mai bonificate, delle oltre 10.ooo richieste di condono  mai concesse, delle associazioni in attesa di un contributo comunale o regionale, e dei figli del “Debito Pubblico”, in quanto è stata un’economia criminale e falsata dalla politica clientelare del mattone abusivo a sostenere un indotto turistico fallito già all’inizio degli anni 80, i cittadini castellani hanno deciso di scendere in piazza, solo quando si è compreso che la città ha, ormai, un cappio stretto alla gola.

    Maria Gatto esponente di Centro Democratico di Tabacci con le Sentinelle

    Qualche perplessità sulla genuinità della manifestazione, in quanto la stessa, è stata organizzata e messa in cantiere proprio a ridosso della campagna elettorale per il rinnovo delle Camere e nell’anno in cui si dovrà decidere se rimandare a casa o prorogare la gestione straordinaria della triade commissariale, risulta, oggi, più che mai evidente.

    Nella mobilitazione di ieri, mercoledì, i manifestanti erano dotati di maschere ( in quanto si consideravano fantasmi), di bandiere della pace e striscioni. Non vi erano bandiere dei partiti, ma solo quelle delle associazioni. Fin qui è stata rispettata l’apartiticità della kermesse. I politici, espressione della ex amministrazione targata Francesco Nuzzo, nonchè quelli di area Pdl, si sono mimetizzati tra la popolazione e tra i militanti delle associazioni.

    Maria Gatto, esponente del Centro Democratico di Marco Tabacci, è stata segnalata al fianco dell’associazione Le Sentinelle. La stessa ha sostenuto nella manifestazione anche lo striscione dell’associazione ambientalista di Castel Volturno.

    In una bella foto ricordo, che ha assunto quasi i tratti e i colori del fronte del Pd di Castel Volturno,  scattata a Pinetamare, si sono intravisti Dimitri Russo ex candidato a sindaco del Pd, l’ex consigliere Ds, Crescenzo Noviello ( in questa occasione ha rappresentato la categoria dei balneari), l’ex assessore all’ambiente nuzziano Tommaso Morlando (in questo caso rappresentante di Officina Volturno) assieme all’ex referente di Forza Italia e presidente della Pro Loco di Castel Volturno, Vincenzo Martino.

    In piazza, sono stati intravisti l’ex assessore al Turismo, Enrico Sorrentino, alcuni ex forzisti di espressione giancottiana, e numerosi ex candidati al consiglio comunale, ecc, ecc, ecc.

    C’era di tutto e di più. C’è chi ha evidenziato, il giorno dopo, il dato positivo della partecipazione popolare. C’è chi invece, ha sottolineato la presenza, tra i politici, di coloro che a loro avviso hanno prodotto il declino di Castel Volturno ed, infine siamo stati taggati, come testata giornalistica, dal circolo del Pd di Castel Volturno, nel loro manifesto, mediante il quale si analizzano numerose criticità della città. In calce all’articolo potrete leggerlo. Nel contempo, tra le dichiarazioni e i commenti, abbiamo deciso di pubblicare quello dell’ex consigliere Antonio Leone, che a nostro avviso non solo analizza concretamente e con una certa maturità politica la realtà locale della cittadina di Castel Volturno, ma dice un cosa importante: “Lo Stato siamo noi, da noi dipendono le sorti della città…“.

    Massimiliano Ive

     

     

     

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 31 gennaio 2013 ALLE ORE 17:55