Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    La commissaria Ept Ranucci inorridisce attraversando l’orda di vucumprà connessi alla Reggia. Speriamo che tra un mese non dovremo inorridire per lei


    Un articoletto de Il Mattino ci ha ricordato la sua esistenza

    ranucci

    CASERTA - Poverina, Luisa Ranucci: dichiara di aver vissuto ieri, andando alla sede dell’Ept, si è imbattuta in una muraglia nera, anzi bianconera, di abusivi chiari e scuri. E ne è rimasta scandalizzata.

    Povera stella, lei aveva frequentato molto le amene colline matesine e non era abituata a vedere certi spettacoli che hanno offeso i suoi occhi leggiadri. Ora da commissario dell’Ept dovrà contribuire a rimuovere quello che ha definito un suk, il suk della Reggia di Caserta. Non ci sono riusciti i ministri, sovraintendenti, sindaci, questori, prefetti. Vediamo se la signora Ranucci, da Sparanise, riesce in quello che sarebbe un miracolo.

    Fino ad oggi si è occupata di consorzi di bonifica, di mutui ed ha elaborato un rapporto privilegiato con la famiglia Cappello che certo non ha tra le sue qualità quella della efficienza e delle cura particolare della res pubblica molto meno importante, ai loro occhi, della “res… loro”. 

    Queste dichiarazioni la Ranucci le ha rilasciate al Mattino, per sua sfortuna, noi le abbiamo lette e ce le siamo segnate. Nodo al fazzoletto. Tra un mese, un mese e mezzo, faremo un primo bilancio della gestione Ranucci, come sempre senza pregiudizi ma niente risparmiando in termine di giudizio.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 1 aprile 2014 ALLE ORE 9:55