Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA AVERSA. La Corte dei Conti setaccia il Comune. Tremano le tasche di Ciaramella e di decine di consiglieri comunali. Ecco i primi documenti chiesti dalla Finanza


    Non solo piazza Crispi, ma tantissimi lavori pubblici, report sugli oneri di urbanizzazione e sugli standard, documenti su un immobile del consigliere Luigi Vargas e l'elenco di tutti gli immobili del Comune con i corrispettivi dei canoni di affitto. E NON FINISCE QUI!!...

    luigi vargas aversa

    Da sinistra: Vargas, Ciaramella, Sagliocco

     

     

     

    AVERSA – Ferruccio Capalbo è un magistrato della sezione campana della Procura della Corte dei Conti e il suo nome è diventato celebre, in questi giorni, anche per i lettori di Casertace, dopo che suo fratello Francesco ha ricevuto dal presidente del Consiglio Regionale Paolo Romano, forse anche su input di Caldoro, un super incarico di dirigente, sulla poltrona d’oro che è stata occupata, per diverso tempo, dal ben noto Pasquale Vitale, un tempo “incaricato” principale di Nicola Cosentino, poi passato alla corte di Paolo Romano, cioè di colui divenuto nemico di Nicola Cosentino e oggi, a quanto pare, ritornato, con la testa cosparsa di cenere (ma chi ci crede più?) da Cosentino.

    Il magistrato Capalbo è uno dei protagonisti di quella che possiamo, tranquillamente, definire la maxi inchiesta che la Corte dei Conti ha aperto sulla gestione del Comune di Aversa negli ultimi 10/12 anni.

    L’altro giorno, vi abbiamo anticipato la notizia della visita degli uomini della Guardia di Finanza del Nucleo Operativo di Aversa negli uffici del Comune. Abbiamo fatto riferimento solo alla documentazione relativa alle opere fatte e non fatte in piazza Crispi.

    Ma siccome questi argomenti a noi piacciono e sono congeniali al nostro giornalismo, abbiamo voluto approfondire. E ne sono saltate fuori delle belle.

    Tante cose hanno chiesto i finanzieri alla segretaria comunale Anna Di Ronza. Così tante da permettere a noi di Casertace di affermare oggi, senza tema di smentita, che questa iniziata è la madre di tutte le inchieste amministrativo-contabili della provincia di Caserta.

    E farebbero bene, i sindaci gli assessori e i consiglieri che si sono avvicendati in questi 12 anni a preoccuparsi un po’, perchè la Corte dei Conti vuole andare a fondo.

    Cominciamo con antipasto di tre richieste di documentazione:

    - provvedimenti adottati dal responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale in merito ad una sentenza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere concernente un immobile dell’attuale consigliere comunale Luigi Vargas, sito in via Parente;

    - convenzioni, opere di urbanizzazione, planimetria generale e standard da cedere al Comune per le lottizzazioni che hanno interessato le seguenti aree: area delimitata dalla via dell’Archeologia-via Atellana-via Madonna dell’Olio, area delimitata da viale Olimpico-via Pastore-via Michelangelo, zona cimiteriale;

    - elenco degli immobili di proprietà del Comune, con il dettaglio dell’utilizzazione, dell’eventuale locazione e del reddito prodotto ed eventualmente dichiarato.

    Ma ce ne sono molte altre, oltre a quella nota di piazza Crispi. Ne leggerete di cose interessanti!

     

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 8 marzo 2014 ALLE ORE 18:18