Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AVERSA. Gli uffici Inps per pensioni e invalidità sono andati via, ma dovranno tornare per forza


    COMUNICATO STAMPA. Il sindaco Sagliocco e i suoi colleghi del comprensorio hanno incontrato la responsabile regionale dell'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, Grazia Sampietro: "La presenza del tribunale rende obbligatoria la costituzione della filiale di coordinamento"

     

    Grazia Sampietro

    Grazia Sampietro

     

     

     

    AVERSA – “Una richiesta formale dell’istituzione di una filiale di coordinamento presso la sede Inps di Aversa”. Questo quanto richiesto dai sindaci dell’agro aversano coordinati dal sindaco di Aversa Giuseppe Sagliocco che nei prossimi giorni si incontreranno per sottoscrivere un documento formale in seguito all’incontro, tenutosi nei giorni scorsi, con a responsabile regionale dell’Inps, Grazia Sampietro. “Le filiali di coordinamento – spiega Sagliocco – sono presenti laddove sia presente sul territorio un tribunale, come nel caso di Aversa. Queste strutture sono organizzate similmente alle direzioni provinciali e coordinano le Agenzie complesse, e le Agenzie territoriali che rientrano nell’ambito territoriale di competenza delle Filiali stesse. Offrono una serie di importanti servizi per il territorio che necessitano alla Città di Aversa ed all’intero agro aversano”.

    Il documento dei sindaci nasce in seguito alla soppressione dell’Ufficio Sanitario nella sede dell’Agenzia complessa dell’Inps di Aversa. “Abbiamo chiesto ai dirigenti dell’Inps – ha aggiunto il sindaco di Trentola Ducenta Michele Griffo – di ripristinare le condizioni di un agevole erogazione del servizio e di una corretta funzionalità degli Uffici adeguati alle esigenze della particolare utenza servita”.  In un progetto di riordino delle sedi locali, infatti, l’Inps ha provveduto alla soppressione dell’Ufficio Sanitario di Aversa, con conseguente accorpamento di tutte le attività medico-legali, svolte negli anni, alla sede provinciale dell’Inps di Caserta. Ciò ha creato una serie di disagi per l’enorme massa di utenza, che prima si recava ad Aversa, proveniente dei diciannove comuni dell’Agro aversano, costretta, nonostante le difficoltà e le sofferenze legate al precario stato di salute, a recarsi presso gli uffici di Caserta, tra l’altro decentrati e difficilmente raggiungibili con mezzi pubblici. “Il nostro impegno – hanno sottolineato i sindaci dell’agro aversano – sarà premiato con l’istituzione della filiale di coordinamento dell’Inps ad Aversa”.

     

    PUBBLICATO IL: 7 marzo 2014 ALLE ORE 16:30