Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AVERSA. Capasso e Vargas “i buggerati” vorrebbero fare un gruppo. Lo poterebbero chiamare #state sereni


    Giornata febbrile e piena di musi lunghi dopo il blitz di Palmieri. Ora, Sagliocco dovrà "appararli" in qualche modo

     

    Nella foto Capasso e Palmieri

    Nella foto Capasso e Palmieri

    AVERSA. Rosario Capasso capogruppo di “Noi Aversani”, era convinto del fatto che, dopo due anni di lavoro duro, operaio da capogruppo di un movimento che, diciamocela tutta è stata un’invenzione di Sagliocco e che ha in Sagliocco il suo unico centro di gravità che rende, appunto, quella di capogruppo una carica onorifica o poco meno, dicevamo, Capasso riteneva che, facendo il gregario, si fosse guadagnato la pagnotta in misura sufficiente per avere un posto in giunta direttamente o anche indirettamente, attraverso l’indicazione di un nome.

    Quando sono saltate fuori le identità dei tre nuovi assessori, Capasso ci è rimasto male, perché ha compreso che il sindaco, tutto sommato, ritiene, (per capirci, usiamo un’espressione dialettale) di “tenerlo per fatto”. E allora è cominciato a sbarellare un po’: prima una polemica mozione consiliare, poi la diserzione dalla riunione dell’altra sera tra i consiglieri di maggioranza e i nuovi componenti della giunta, infine, oggi, le voci, che Capasso non fa nulla per liquidare come illazioni, su un tentativo di costituzione di un gruppo consiliare indipendente, che Capasso andrebbe a formare con un altro deluso di questo giro e cioè Luigi Vargas.

    I due starebbero cercando anche un terzo componente, ma l’operazione e tutt’altro che semplice.

    Noi di Casertace, un contributo lo possiamo dare e proponiamo un nome: il nuovo gruppo consiliare si potrebbe chiamare “State sereni” e il simbolo potrebbe essere quello della pelata di Enrico Letta con un # stilizzato, per richiamare la famosa frase tweettata da Matteo Renzi all’allora Presidente del Consiglio prima di fargli le scarpe.

    A domani.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 5 marzo 2014 ALLE ORE 20:17