Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ROCCAMONFINA. Altra denuncia: giovane finisce nei guai per gli abbruciamenti


    L'uomo è stato avvistato dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato di Roccamonfina e subito denunciato

    abbruciamenti

    ROCCAMONFINA – Denuncia penale per il roccano  P.C, resosi colpevole di aver contravvenuto alla legge nazionale che vieta la bruciatura dei residui vegetali alias rifiuti. Il Corpo Forestale dello Stato di Roccamonfina , di cui è Comandante Francesco Gemma, l’altro giorno mentre erano impegnati  in  controlli   tesi all’osservanza delle leggi per la tutela e salvaguardia dell’ambiente circostante, hanno avvistato nei pressi di Viale delle Terme, una colonna di fumo, sprigionatasi dal rogo di  residui vegetali, acceso   precedentemente. Attenendosi al loro compito istituzionale, i Forestali dopo essersi diretti  nell’area dove erano  stati accumulati gli scarti  provenienti dal lavoro agricolo, hanno effettuato la verifica allo stato dei luoghi. Dall’accertamento eseguito scrupolosamente, i Forestali hanno attestato la  combustione dei residui vegetali e di conseguenza hanno dovuto applicare la legge. Dopo l’avvenuta  identificazione  del trasgressore P.C, i Forestali hanno iscritto il giovane nel registro dei denunciati. Nonostante alcuni Sindaci del territorio, abbiano emesso ordinanze per baipassare il divieto degli abbruciamenti, il Corpo Forestale dello Stato prosegue con l’applicazione della legge che, prevede per tutti coloro che non si attengono al divieto una denuncia penale.

    Anna Izzo

    PUBBLICATO IL: 18 marzo 2014 ALLE ORE 13:30