Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI. Meno gare alla Stazione Unica Appaltante, lite tra la De Lucia e De Filippo sulla diretta streaming dei consigli comunali


    Ieri sera, venerdì, non si è svolta una seduta memorabile del parlamentino della città, ma qualche gustoso battibecco si è ugualmente verificato

    Andrea De Filippo e Rosa De Lucia

    Andrea De Filippo e Rosa De Lucia

     

     

     

    MADDALONI – Sono stati entrambi approvati all’unanimità i due punti all’ordine del giorno del consiglio comunale di Maddaloni conclusosi da qualche ora.
    Il consesso cittadino ha approvato l’adesione alla convenzione con il comune di Santa Maria Capua Vetere per il centro commerciale naturale, ovverosia la convenzione a cui aderiscono i commercianti del centro storico cittadino per valorizzare le loro attività sotto il punto di vista sociale ed economico. Si tratta della partecipazione ad un bando promosso dalla Regione Campania che sostiene le attività commerciali ma solo per comuni con almeno 50.000 abitanti: per questo motivo Maddaloni (avendo solo 38.000 abitanti) ha dovuto stipulare la convenzione in associazione con il comune di Santa Maria Capua Vetere. Termine ultimo per l’adesione il 30 marzo, tra due giorni dunque. Con questa approvazione il parlamentino ha autorizzato il primo cittadino alla firma della convenzione. Nel caso in cui il progetto venga approvato sara’ finanziato per il 90% dalla Regione, mentre il restante 10% dovrà essere corrisposto dall’ente comunale. Su questo punto e’ stato il Sindaco Rosa De Lucia a chiarire: “l’ impegno del 10% verrà corrisposto attraverso il piano di valorizzazione finanziario, impiegheremo cioè risorse strumentali interne senza oneri per il comune mentre dei 300 mila euro il 25% spetterà al comune partner; ringrazio i commercianti che hanno aderito perché mi sembra importante un’iniziativa del genere volta alla promozione dell’ambiente urbano del centro storico anche perché molte attività, negli ultimi anni, hanno chiuso i battenti“, punto questo approvato come emendamento.
    E’ arrivato l’ok del consiglio anche per il secondo punto all’ordine del giorno con cui verrà bypassata la Stazione Unica Appaltante per alcuni tipi di gare. Questo per evitare una volta per tutte i tempi lunghi della stessa.

     

    Non sono inoltre mancate le polemiche che esulano dagli argomenti del consiglio: primo fra tutti la registrazione e/o diretta streaming del consiglio comunale. Andrea De Filippo consigliere d’opposizione, ha informato il consiglio e il primo cittadino della disponibilità incassata da una rete televisiva di fornire gli strumenti per la diretta web del consiglio, a costo zero. Il sindaco ha replicato: “appena avremo richieste ufficiali le prenderemo in considerazione ma c’e’ differenza tra streaming e registrazione e bisogna sostenere un certo costo per mandare in onda il consiglio comunale“. Perchè non garantire lo streaming in concomitanza con il miglioramento del portale? Questa la domanda, per ora senza risposta, dell’opposizione.
    Altra polemica, i finanziamenti ricevuti dalla Regione Campania: ogni amministrazione doveva indicare un progetto prioritario e Maddaloni ha deciso di dare priorità ai lavori di riqualificazione di via Caudina. L’opposizione non è d’accordo. De Filippo, nel suo intervento, ha sostenuto che l’amministrazione ha sbagliato: “mi spiace per gli abitanti di via Caudina ma le scelte di priorità sono state infelici non poco. Le necessità, a mio avviso, sono altre; Cervino e Marcianise hanno avuto più soldi di Maddaloni. Credo che scegliere la riqualificazione di Via Caudina ci abbia fatto perdere un’occasione”. Pronta la replica del sindaco: “Non volevamo fare interventi spot. Sono cominciati i lavori di Via Libertà che si congiunge a Via Caudina, per questo abbiamo scelto di farci finanziare la riqualificazione di quella strada: questo perchè vogliamo dare priorità alle strade principali di Maddaloni che in fondo sono l’immagine che i visitatori hanno della città. Credo che” ha aggiunto “in 9 mesi siano arrivati 4/5 milioni di euro. I nostri sforzi sono stati premiati e personalmente, me lo ha riconosciuto anche il partito. Se avessi preferito altri lavori, su altre strade, sarei stata attaccata comunque“. Secca la replica di De Filippo: “come opposizione svolgiamo il nostro ruolo. Credo che sareste stati apprezzati di più se aveste dato priorità al progetto idrico di Montedecoro che non è certo un lavoro isolato; credo che sareste stati apprezzati di più se sareste riusciti a portare più denaro nelle casse dell’amministrazione che, come sappiamo tutti, è in dissesto”.

    Il prossimo consiglio comunale si terrà, presumibilmente, prima delle festività pasquali.

     

    Maria Valentino 

    PUBBLICATO IL: 29 marzo 2014 ALLE ORE 10:55