Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI. Che siparietto: cazziatone galattico del sindaco De Lucia ad Antonio D’Angelo che poi “le becca” anche dalla madre della fascia tricolore


    Aveva "osato" entrare nel convitto prima dell'inaugurazione con 80 turisti che hanno assistito alla duplice reprimenda. La beffa: aveva parlato bene solo pochi secondi della sindaca "incazzosa"

    Rosa De Lucia

     

    MADDALONI - Povero Antonio D’Angelo: aveva condotto con se una ottantina di turisti forestieri desiderosi di guardare il convitto, il Giordano Bruno, ma non appena ha messo il naso dentro si è imbattuto nel ghigno virile di Rosa De Lucia che, senza approfondire bene il motivo di quella visita, gliene ha cantate 4 davanti ai turisti sorpresi e quasi annichiliti.

    Eppure, solo qualche minuto prima Antonio D’Angelo, tra i primi dei non eletti della lista di Forza Italia, alle ultime elezioni amministrative, e inserito proprio dalla De Lucia nel cda della fondazione Villaggio dei ragazzi, aveva decantato lodi sperticate di questo sindaco donna, giovane, gentile e brillante.

    Insomma, una scenetta da film che però non è rimasta fine a se stessa, neanche quando, compreso bene i motivi della visita, la De Lucia si è rasserenata non contestando più a D’angelo il fatto che lui fosse arrivato lì prima dell’inaugurazione del complesso ristrutturato. Non è finita qui perché il malcapitato ha avuto l’infelice idea di calare qualche moccolo nei confronti della prima cittadina, additandola al cospetto dei suoi ospiti come un po’ villana e un po’ scortese, senza accorgersi che alle sue spalle c’era la madre di Rosa De Lucia. Non avesse mai pronunciato quelle parole. Su di lui so è abbattuto una tempesta. D’altronde la mamma è sempre la mamma e, mai come in questo caso, chi tocca i fi(gli) muore.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 27 febbraio 2014 ALLE ORE 19:03