Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI. Che figuraccia! Inaugurato 10 giorni fa, già chiude il “Giordano Bruno”. Mancano i certificati di agibilità


    E la cerimonia in pompa magna finisce per diventare una caricatura alla Cetto La Qualunque

    inaugurazione

     

     

    MADDALONI – Neppure il miglior Cetto La Qualunque avrebbe potuto fare meglio: un’inaugurazione in pompa magna del convitto “Giordano Bruno”, di una struttura riaperta senza il certificato di agibilità e senza il certificato di idoneità anti-incendio.

    Questo è stato messo nero su bianco, stamattina, da un esposto-denuncia, firmato dall’esponente di Maddaloni nel Cuore, Caterina Ventrone, da Antonio Di Nuzzo, consigliere comunale di questo stesso movimento, e dal suo collega indipendente Gigi Bove.

    Una denuncia presentata ai Vigili Urbani e raccolta dall’agente Nicola Della Peruta, responsabile del settore edilizio.

    Va segnalato subito che all’interno del “Giordano Bruno” si è immediatamente insediata ala famosa e contestata struttura di consulenza del Comune di Maddaloni, presieduta da Inverno.

    Oltre a questa, il grosso degli spazi è occupato dalla biblioteca e dall’archivio storico. L’iniziativa di stamattina segue al gelo con cui, ieri, giovedì, era stata accolta dall’Ufficio Tecnico del Comune la richiesta degli atti formulata da Di Nuzzo. Un diniego da cui è scaturita a decisione di presentare la denuncia.

    A quanto pare, già molte parti di muratura del “Giordano Bruno” presentano segni di deterioramento. Questo, nonostante i 60mila euro appena corrisposti all’impresa di Afragola a cui il Comune ha assegnato i lavori con trattativa privata.

    In effetti, l’amministrazione De Lucia ha ereditato tutto il pacchetto “Giordano Bruno”, limitandosi solo a dare una ripulita ai locali.

    Ma è chiaro che l’aver autorizzato l’apertura senza essere in possesso dei certificati rappresenta una pessima figura, visto che all’evento furono invitate molte autorità, con tanto di buffet al “Villaggio dei Ragazzi”.

    Naturalmente, ora il complesso dovrà essere chiuso in attesa della certificazione.

    Della serie, dilettanti allo sbaraglio.

     

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 7 marzo 2014 ALLE ORE 16:00