Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    L’EDITORIALE MADDALONI. La manifestazione per cava Monti, la sindaca De Lucia vuol essere di “lotta e di governo” ma il suo buonismo rischia di nuocere alla città


    Domani mattina, sabato alle 10, un corteo organizzato dall’amministrazione comunale marcerà verso l’orribile invaso. Ma se manca una piattaforma completa, diventa solo storie e stupida propaganda

    rosa_de_lucia_official

    La circospezione lessicale con cui il sindaco Rosa De Lucia, in predicato di diventare, in queste ore, coordinatore provinciale al 33% di Forza Italia all’interno di quello che ci è piaciuto ribattezzare il trio arcobaleno, composto anche dal sindaco di Caserta Pio Del Gaudio e da quello di Capua Carmine Antropoli, denota la evidente difficoltà, ancor prima che politica, di tipo culturale, a interpretare la doppia veste di sindaco “di lotta e di governo”.

    Domani mattina, sabato, la sindaca e la mini coordinatrice provinciale di Forza Italia capeggerà, infatti,  la manifestazione, organizzata proprio dall’amministrazione comunale, finalizzata ad evidenziare non si sa che cosa, su quello che, al contrario, molto bene già si sa e cioè che la Cava Monti è un eco mostro pericolosissimo per la salute dei maddalonesi.

    Leggendo alcune note e alcune dichiarazioni che la sindaca De Lucia ha espresso in questi giorni, si coglie un accento ripetuto e sottolineato sul fatto che quella di domani sarà una manifestazione “per” e non “contro”.

    Al di là del ricorso a un’espressione, mutuata dal luogo comune ipocrita e buonista, è sul piano del contenuto che l’architettura di questo raduno non convince, al punto da rasentare l’evanescenza.

    La cava Monti è classificata dalla Regione Campania un luogo in cui è stato realizzato il cosiddetto“abbandono di rifiuti”. In poche parole, sarebbe successo che negli anni, un omino o una donnina maddalonesi o forestieri alla volta, passassero di là e depositassero un sacchetto, un sacchetto e ancora un sacchetto fino ad arrivare a centinaia di tonnellate di monnezza.

    Naturalmente, la classificazione operata dalla regione è, non solo una stronzata siderale, ma offende la salute e anche l’intelligenza dei maddalonesi.

    Risiedere in questa categoria di siti ha significato già, per la cava Monti, non poter entrare nel novero dei 51 mega invasi che la Regione ha classificato come discariche incontrollate e la cui bonifica seria ed approfondita sarà lautamente finanziata.

    Dunque, cosa significa manifestare per e non contro? Qual è il senso concreto di una manifestazione in cui il per che passa per una radicale rivisitazione delle scelte della Regione Campania, che l’amministrazione comunale di Maddaloni, al di là degli slogan buonisti, non riesce a sollecitare attraverso azioni concrete o di filiera politica che alla sindaca De Lucia dovrebbero esser rese possibili dal fatto che Caldoro è un suo collega di partito.

    Cosa significa manifestare per e non contro quando non prima di due mesi e mezzo fa la Regione ha prodotto una menata di genio fenomenale quando ha proposto al Comune di Maddaloni di caratterizzare e di bonificare cava Monti utilizzando, in un primo tempo, fondi propri, per poi rivalersi sulla proprietà che, giusto per dire è nelle mani di una società in amministrazione controllata. Dunque, la Regione chiede a un Comune dissestato e con le pezze al culo di anticipare soldi che poi dovrebbe recuperare da una società semifallita.

    E pure, la sindaca De Lucia continua a dire, con uno spirito espressivo assolutamente provinciale e banale che bisogna manifestare per e non contro.

    Parole vuote. Qual è la ciccia della questione? Un sindaco che deve affrontare un problema, come quello di cava Monti non si fa angustiare dal pensiero che la propria iniziativa posa urtare la suscettibilità di qualche collega di partito. Al contrario, fa il sindaco e difende la sua città partendo da una piattaforma di idee e di proposte. Proprio quelle che sembrano mancare completamente nella ragion d’essere della manifestazione di domani.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 14 marzo 2014 ALLE ORE 21:18