Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA MADDALONI. Pneumatici scomparsi, il Maresciallo Bellotta smentisce clamorosamente un’ordinanza del sindaco De Lucia. E’ caos!


    Non si capisce dove siano stati portati, si ha la sensazione che l'ordinanza della De Lucia sia stata finalizzata solo a una volontà di cautelarsi, ma il maresciallo le risponde che non esiste un contratto in essere con un consorzio Ecopneus che avrebbe dovuto smaltire il materiale. E Riccardo Stravino, che ha sollevato il caso, utilizza un suo antico slogan su Pinocchio

    de lucia

    Nella foto, da sinistra, il sindaco De Lucia, i pneumatici poi scomparsi e Riccardo Stravino

    MADDALONI - Non devi scavare molto a Maddaloni per scovare errori, incongruenze, forme di cattiva amministrazione. Questa vicenda degli pneumatici abbandonati all’interno dei cortili degli uffici comunali più importanti. Sembrava una notizia ordinaria, destinata a non durare più di tanto in cima agli interessi cronistici di questo giornale.

    Invece, ogni giorno che passa, la vicenda diventa più scabrosa e dunque anche più interessante da un punto di vista giornalistico.

    Partiamo da un fatto. Gli pneumatici sono scomparsi dal luogo in cui stazionavano da settimane, sono scomparsi all’indomani dell’articolo di CasertaCE che era ispirato da una denuncia circostanziata e chirurgicamente documentata, con un ricco corredo fotografico del collega Riccardo Stravino.

    Naturale che vedendo quel materiale rimosso, lo Stravino si sia posto il problema di capire se questo spostamento fosse avvenuto nel rispetto della legge e delle norme che da essa discendono. Ma, amplificando il perimetro della sua riflessione, lo Stravino si è anche chiesto come diavolo fossero arrivate quelle gomme usate all’interno del palazzo comunale di Maddaloni.

    Siccome è un giornalista, ha l’attitudine a scovare i documenti giusti e i documenti sono saltati fuori. Ci concediamo la licenza di partire dal commento: imbarazzante!

    Imbarazzante leggere da un lato la comunicazione fatta nella giornata odierna, venerdì, dal maresciallo Mario Bellotti della Polizia Municipale. Dall’altro quello che il sindaco De Lucia aveva messo nero su bianco nell’ordinanza n.30 del 20 marzo scorso.

    Per ordine temporale partiamo proprio dall’ordinanza. Scrive il sindaco Rosa De Lucia: “La ditta DHI spa è affidataria del servizio di igiene urbana ed autorizzata al prelievo ed al trasporto dei rifiuti solidi urbani, nonché dei pneumatici (sic!) fuoriuso abbandonati sul suolo pubblico”. Una volta rimossi, gli pneumatici, sempre secondo quello che il sindaco De Lucia scrive testualmente nell’ordinanza: “devono essere ritirati da parte del Consorzio Ecopneus s.c.p.a.”. Andiamo ora alla comunicazione ufficiale e protocollata che il maresciallo Bellotta invia al responsabile dell’ufficio ecologia e al sindaco: “Gli pneumatici depositati cautelativamente presso il padiglione Farina, lo scrivente deve riferire che pneumautici erano stati abbandonati da ignoti (incivili) davanti all’ingresso della Basilica Minore del Corpus Domini. Considerato che tale inciviltà creava una situazione di disagio e di decoro si è provvedeva a prelevare i pneumatici e depositarli momentaneamente, visto il mancato contratto di smaltimento da parte del Comune nel parcheggio del padiglione Farina, in attesa di soluzione, che avveniva in data 24 c.m. presso l’esercizio pubblico MADGOMMA di Di Vico Giovanni con sede in via Libertù autorizzato a tale recupero rilasciando la dovuta attestazione del conferimento. Tanto si comunica per dovere e per gli ulteriori adempimenti di specifica competenza”.

    Fin qui la lettera di Bellotti, che al di là della prosa non certo scintillante, ci fa capire una cosa ben precisa e cioè che la sua comunicazione rappresenta un elemento di compensazione rispetto all’ordinanza del sindaco, per giunta risalente al 20 marzo, e cioè a quattro giorni prima della pubblicazione delle foto da parte di Stravino (strano!), la quale ordinanza chiama in causa direttamente la DHI. In poche parole Bellotti giustifica la DHI, affermando, smentendo in pratica il sindaco che cita la Ecopneus titolare di un servizio per il quale invece Bellotti afferma che non esiste alcun contratto in essere.

    Insomma, uno scambio epistolare tutt’altro che edificante che proietta delle ombre molto serie sulla gestione ambientale del Comune di Maddaloni.

    Ovviamente, Riccardo Stravino, nella doppia veste di giornalista ma anche di politico, non si lascia sfuggire l’occasione per utilizzare uno slogan suo celeberrimo, che utilizzava già al tempo del sindaco Farina. Uno slogan in cui cita la famosa canzone di u cartone animato di Pinocchio: “Naso di legno, cuore di stagno, burattino”.

    Pinocchio Farina, Pinocchio la De Lucia. Secondo Stravino.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 28 marzo 2014 ALLE ORE 17:59