Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    PD. Ok le “tavolate di relatori”, ma GRAZZANISE ha bisogno di fatti. E la minoranza del circolo Jotti alle 18 incontra i vertici provinciali per la sfiducia a Cerchiello


    Fra 15 minuti dovrebbe essere più chiaro il destino della segreteria mazzonara dopo la sfiducia presentata da Ciliento & C.

    10007001_10202804291701162_666119577_n

     

    GRAZZANISE – Nei mega convegni, nelle tavolate di relatori bravi e pronti a declamare ottime intenzioni al loro pubblico non abbiamo mai creduto fino in fondo. Apprezziamo, però, ugualmente lo sforzo del circolo Jotti, profuso venerdì scorso, nell’organizzazione della manifestazione “Basso Volturno, quale sviluppo?”. Stimiamo, logicamente, in particolar modo, anche l’impegno  decennale diffuso dall’attuale presidente della sezione Pd, Raffaele Raimondom per la messa in piedi di questi eventi, ma a ‘ste kermesse, che (è giusto dirlo) in politica hanno pure una loro utilità, preferiamo altro.

    A Grazzanise ci sono questioni che non vengono toccate, in modo programmatico, serio e circostanziato, da anni: puc, cimitero, fogne, rifiuti, viabilità (ormai è insostenibile la confusione di alcuni tratti stradali), scioglimenti ecc… Oddio, diciamo che a volte, le tematiche prima elencate sono state affrontate, ma, a nostro modestissimo avviso, sempre senza incisività.

    Ad onor del vero l’unico che da cronista ha posto l’accento su tali aspetti è stato, manco a dirlo, Raffaele Raimondo. Ma la politica, i partiti, di azioni nette, a Grazzanise, su questi argomenti scottanti non ne hanno mai concretizzate mezza. Qualche manifesto,  una, due dichiarazioni sui giornali, tutto qua, eppure sono state prese scelte, negli ultimi 15 anni, che avrebbero dovuto, al contrario far sobbalzare dalla sedia chi aveva il compito di sorvegliare o di proporre un’alternativa gestionale.

    Nonostante questo, cosa dire, meglio i convegni che il silenzio. Però, convention a parte, il circolo Jotti ha un problema urgente da risolvere: deve chiarire come ha intenzione di reagire alla sfiducia presentata da parte del direttivo e da parte dell’assemblea. Sbrogliata ‘sta questione accetteremmo e apprezzeremmo, poi, ancor di più le tavolate di relatori.

    Stasera, alle 18, il gruppo che ha sfiduciato Teresa Cerchiello incontrerà la segreteria provinciale in via Maielli. Vedremo cosa deciderà Raffaele Vitale sul destino della sezione Jotti.

    Piccola nota conclusiva. Dell’incontro di venerdì non abbiamo scritto perché al convegno ci siamo stati per pochi minuti. Eravamo fiduciosi, per sopperire alla nostra mancanza di informazione, nella ricezione di un comunicato scritto dagli organizzatori, comunicato che puntualmente è arrivato e che pubblichiamo in calce integralmente.

    Giuseppe Tallino

     QUI SOTTO LA NOTA UFFICIALE DEL CIRCOLO JOTTI

    INCONTRO-DIBATTITO DEL 4 APRILE SUL TEMA “BASSO VOLTURNO, QUALE SVILUPPO?”    

                                                                                                                                 

    <Venerdì 4 aprile si è svolto, presso la sala consiliare del Comune di Grazzanise, il già annunciato dibattito sul tema: “Basso Volturno, quale sviluppo?”. Ben dodici relatori, esponenti del settore politico-economico- sociale, hanno esposto la situazione in cui versa il Basso Volturno, fornendo non poche proposte per far decollare quest’area per troppo tempo bloccata in una situazione di stasi. È stato un vero successo l’iniziativa organizzata dal circolo PD “N. Jotti” di Grazzanise. Il dibattito, aperto alle 18:30 e moderato da Raffaele Raimondo, ha visto la partecipazione di un folto pubblico che, nonostante la durata dell’incontro, è rimasto attento ed interessato alle questioni messe in evidenza dai relatori fino al termine. Degni di nota gli interventi della “triade” Carlo Cerrito, giurista del lavoro, Piero Cappello, presidente ASI, e  Giovanni Letizia, Segretario Generale CISL Caserta, che hanno esposto dati riguardanti la disoccupazione, soprattutto giovanile, la crisi del settore agro-zootecnico e infine la questione aeroporto civile, ritenuta importante ma non prioritaria. Altrettanto rilevante il discorso sulla legalità che, secondo Letizia, può essere incentivata puntando sulle potenzialità proprie dei giovani. Ha chiuso l’incontro il consigliere regionale PD Nicola Caputo, il quale ha illustrato la necessità di rivalutare le risorse artistiche e culturali della nostra terra, in primis la bellissima, ma purtroppo poco valorizzata Reggia di Carditello. Grande soddisfazione per l’ottimo esito dell’incontro che, considerata la qualità dei relatori e delle proposte da loro fornite, è andato oltre le più rosee previsioni.>

     

    L’ADDETTO STAMPA

     Lucio Raimondo

    PUBBLICATO IL: 7 aprile 2014 ALLE ORE 17:11