Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    GRAZZANISE. Il “ritorno” di Vaio e le sue soluzioni, l’ex sindaco: “Serve scendere dal palazzo ed osservare lo stato d’abbandono del paese”


    Marcello Vaio ritorna a cavalcare la scena politica e a parlare senza filtro. Per farlo sceglie la problematica strade: " Buche ed erba ovunque. E' necessario agire subito e vi dico pure come fare spendendo poco"

    Nella foto via Volturno, Vaio e via Crocelle

    Nella foto via Volturno, Vaio e via Crocelle

     

    GRAZZANISE – Chi ha amministrato un territorio per tre, quattro, cinque anni (la durata poco conta) fisiologicamente sente il peso emotivo dello stato in cui versa quel comune affidatogli dal popolo.

    Chi ha amministrato un territorio percepisce in modo decisamente più diretto le lamentele dei cittadini.

    Chi ha amministrato un territorio conosce con franchezza, senza ipocrisie, le tipologie umane che lo abitano e ciò che esse davvero desiderano.

    Tra un amministratore e il paese che ha gestito (ripetiamo, la durata poco conta) va a formarsi un cordone ombelicale forte, robusto, intenso.  E’ vero,  non capita sempre, a volte qualcuno si è limitato a governare solamente durante la propria consiliatura, poi finito il mandato… chi si è visto si è visto,  in casi diversi, invece, anche con la sconfitta altri  politici hanno deciso di restare,  magari beccandosi i classici “sempre le stesse facce”, ma puntualmente smentendo queste frasi (“sempre gli stessi!”) con il consenso e soprattutto col fatto che di nuove facce poi non se ne sono viste tante negli ultimi anni.

    Inseriamo nella nostra ultima catalogazione politica l’ex primo cittadino Marcello Vaio. Il geometra non ha mai mollato la scena, ed oggi, dopo qualche silenzio, è ritornato a parlare in prima persona, senza filtro, dello stato in cui versa il paese. “ Mi limito per ora ad analizzare una sola questione: le strade. Versano in una condizione indecente. Alcune zone -  ha dichiarato l’ex consigliere di opposizione, -   sono attraversate da vie dissestate con fossi enormi e pericolosi.  Ne cito qualcuna: via Crocelle e traverse annesse, piazza Roma, via Volturno, le traverse di via Sambuco, via Giovanni Parente, via Motta, via Tonneta, via Volturno, via Nazzario Sauro, via Talia. Per non parlare di Brezza e del Borgo. Quante persona rischiano di farsi male, quante persone fanno incidenti e poi chiedono i danni al comune? Magari si tratta di un disagio superficiale, a qualcuno potrebbe apparire non urgente, ma resta pur sempre un disagio visibile a tutti e che a mio avviso si può risolvere con poco. La soluzione? C’è, – ha rassicurato Vaio. - Abbiamo gli operatori ecologici che lavorano a 4 ore: bene, molti di questi operai sono bravissimi a fare anche manutenzione, potrebbero metterli a 6 ore lasciando fare loro e agli lsu in economia questi lavori. Così, inoltre, riceverebbero finalmente uno stipendio intero.  Le buche però, – ha proseguito l’ex sindaco - non sono l’unico problema delle strade: c’è troppa erba sui marciapiedi che con l’arrivo dell’estate non è proprio l’ideale. Alcuni tratti di marciapiedi sono inattraversabili. Anche qui ho un’idea – ha dichiarato l’esponente del Ncd. –  Per risolvere quest’emergenza  potremmo far pascolare per le strade le caprette in modo tale che quando mangeranno contestualmente puliranno. Scherzi a parte, bisogna agire tempestivamente: è giusto, proprio a riguardo dell’erba che inonda marciapiedi e strade, anche riprendere i proprietari dei lotti in abbandono che affacciano sulle vie in questione.”

    “La triade – ha continuato Vaio – deve girare per il paese, deve concentrarsi sulle periferie. Abbiamo tanti tecnici: ecco,  potrebbero perlustrare loro  queste zone. Occorre scendere dal palazzo e vedere di persona lo stato d’abbandono di questa città. Siamo ancora in tempo. Se entro quest’anno almeno l’aspetto urbano non sarà migliorato significherà una cosa sola: sconfitta. E il territorio avrà perso inutilmente altri 3 anni.”

    Giuseppe Tallino

    PUBBLICATO IL: 18 marzo 2014 ALLE ORE 20:00