Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CELLOLE. L’associazione Il Cammello lascia la commissione consiliare del Comune per il nucleare: “è DIVENTATO UNO STRUMENTO POLITICO”


    All'interno dell'articolo il comunicato stampa dell'associazione

    Nella foto Verrico, la centrale del Garigliano e il logo de Il Cammello

    Nella foto Verrico, la centrale del Garigliano e il logo de Il Cammello

    CELLOLE. L’associazione Il Cammello abbandona la commissione per il nucleare, a pochi giorni dalla dichiarazione del  componente della commissione comunale straordinaria per la centrale nucleare del Garigliano, Augusto Verrico, al quale non è bastato il documento esposto dalla Sogin sui lavori di decommisioning svolti alla centrale nucleare, ed ha chiesto alla società maggiori spiegazioni sull’opera di smantellamanto del sito, tirando in ballo il presunto atteggiamento di indifferenza dei tecnici della Sogin nei confronti delle istituzioni locali.

    Le motivazioni di tale abbandono, sono spiegate in maniera piuttosto chiara, senza ermetismi ed evitando , l’uso di periodi traslati, nel comunicato stampa fatto da Il Cammello, che riportiamo qui sotto.

    Antonio Caputo

    COMUNICATO STAMPA:

    L’associazione il Cammello lascia la commissione consiliare del comune di Cellole per il nucleare.
    Tale commissione viene da noi ritenuta uno strumento che non è stato gestito in modo oculato e professionale. Un’esempio su tutti il modo di comunicare con la popolazione: sempre disorganizzato e scoordinato e che avviene soltanto attraverso articoli di giornale che ci sembrano principalmente voler mettere in risalto le personalità politiche coinvolte.
    Crediamo che tale atteggiamento rispecchi l’assenza di una volontà politica di affrontare la questione in modo corretto e per questo abbiamo preso questa decisione.
    Siamo inoltre testimoni di un drastico calo nel tempo della partecipazione delle altre associazioni coinvolte: da 15 componenti iniziali si è arrivati a 3 o 4 partecipanti assidui.
    Teniamo a precisare che l’associazione non abbandonerà la questione nucleare, anzi continuerà a monitorare le fasi di smantellamento della centrale chiedendo di entrare a far parte degli enti coinvolti nel tavolo della trasparenza.

     

     

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 5 aprile 2014 ALLE ORE 11:48