Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Arienzo alle elezioni. Il più grande problema del paese? Le mosche


    Intervista al candidato sindaco Carmine Crisci che delinea alcuni aspetti del suo programma

    Crisci1

    Nella foto, Carmine Crisci

     di Maria Valentino

    ARIENZO - Siamo ancora in una fase larvale per gli aspiranti candidati sindaco al comune di Arienzo ma c’è chi ha già le idee chiare sulle proprie aspirazioni alla poltrona di primo cittadino come Carmine Crisci, candidato sindaco per la lista civica “Arienzo 2014: guardando al futuro”.
    Gli abbiamo chiesto delucidazioni a proposito del suo programma elettorale, programma che viene affisso in questi giorni per le strade cittadine arienzane, per essere portato a conoscenza degli elettori.

    Carmine Crisci, qual è la situazione politica di Arienzo? Come si è conclusa la legislatura di Giuseppe Medici?
    “Prima di questa amministrazione abbiamo vissuto l’era di Crescenzo Guida e poi 10 anni di governo Medici; con questa legislatura l’idea è che ad Arienzo finisca definitivamente un’epoca e ne cominci un’altra anche perchè ci sono stati anche una serie di litigi interpersonali e di famiglia che hanno portato ad uno scompenso amministrativo, che deve finalmente finire. Penso che con la morte di Crescenzo Guida e con la fine della candidatura di Medici, ad Arienzo si possa “virare” verso un’epoca nuova che poi può essere anche di riappacificazione per coloro che sono stati soggetto a diatribe personali e di partito. La seconda idea è che a livello amministrativo sia importante dare spazio alle nuove generazioni: bisogna però che queste siano coniugate all’esperienza, a quel po’ di esperienza di chi già ha un passato in amministrazione, di chi ha già avuto modo di fare l’amministratore”. 

    Quali sono i punti base del suo programma? Quali idee propone ai suoi concittadini affinché le diano appoggio?
    “Il programma si basa su 2/3 idee basilari. I punti nevralgici sono: naturalmente l’occupazione, creare le condizioni per poter fare occupazione; le scuole, perché vanno tutte sistemate sia da un punto di vista logistico sia da un punto di vista di ammodernamento assieme alle infrastrutture; la qualità dei servizi, che in questo momento, scarseggiano non poco. Questi sono i passaggi chiavi del mio programma elettorale”.

    Per quanto riguarda il problema della presenza eccessiva delle mosche che affligge da diverso tempo la cittadinanza? 
    Su questo aspetto sarò chiaro: il problema della presenza eccessiva delle mosche è stato molto, molto strumentalizzato: penso che la priorità per un amministratore sia di diverso tipo, anche perché ci stiamo distinguendo a livello provinciale solo per questo problema: le mosche vanno eliminate ma senza fare tutto questo clamore. Delegherò qualche consigliere affinché ponga fine a questo fastidio. Questa problematica c’è ma” conclude “andava risolta: un’amministrazione decente lo avrebbe di certo già fatto”. 

    Carmine Crisci avrà modo di “scontrarsi” sul campo elettorale con il già certo candidato sindaco Giuseppe Guida della lista civica “Arienzo: bene comune”; per ora non pervengono altre indiscrezioni su candidati certi ma avremo modo di “indagare” ulteriormente.

    PUBBLICATO IL: 26 febbraio 2014 ALLE ORE 16:17