Cronaca Nera

Blitz della polizia sulla Domiziana in alcune autofficine di carrozzeria abusive e in un garage di Mondragone. Scattano i sigilli

L’autore della violazione oltre alla maxi multa,sanzioni amministrative complessivamente pari a circa 10.000 euro,è stato segnalato alla Camera di Commercio di Caserta per l’adozione dei provvedimenti di competenza ed all’INPS e INAIL per aver alle propri


MONDRAGONE - Continua senza sosta l’attività di prevenzione e repressione dei reati sul Litorale domitio. Gli agenti della Polizia di Stato in particolare della Divisione Polizia Amministrativa e sociale della Questura di Caserta e del Commissariato di P.S. di Castel Volturno, al termine di una mirata attività investigativa, ha individuato e sottoposto a sequestro amministrativo alcune attività condotte abusivamente; nello specifico si tratta di un’ autoriparazione, di una officina di carrozzeria e di un autocarro completamente allestito come officina mobile. Gli agenti hanno riscontrato che P.A., all’interno di un capannone di circa 1000 metri quadrati, sito sulla Domitiana all’altezza della chilometrica 20.750 ed all’ interno di un garage posto nel centro cittadino di Mondragone, in assenza di qualsiasi autorizzazione, esercitava le attività di carrozzeria e di riparazioni di veicoli, in violazione della normativa attualmente in vigore; inoltre, gli operanti hanno accertato che il P.A. risulta titolare anche di un furgone, allestito interamente a officina mobile di elettrauto; tutta l’attività era condotta in assenza di qualsiasi autorizzazione, di documenti fiscali e della prevista registrazione nel Registro delle Imprese e nell’Albo delle imprese artigiane; risulta altresì priva delle autorizzazioni comunali di inizio attività (S.C.I.A.). Il personale della Polizia di Stato all’interno delle officine abusive hanno rinvenuto diversi veicoli sui quali sono in corso accertamenti finalizzati all’individuazione dei proprietari, nei cui confronti saranno formalizzate le previste contravvenzioni per essersi rivolti ad imprese non autorizzate. L’autore della violazione oltre alla maxi multa,sanzioni amministrative complessivamente pari a circa 10.000 euro,è stato segnalato alla Camera di Commercio di Caserta per l’adozione dei provvedimenti di competenza ed all’INPS e INAIL per aver alle proprie dipendenze due persone al “nero” . Le officine sono state sequestrate unitamente a tutti gli strumenti di lavoro . Sono in corso ulteriori accertamenti volti a riscontrare l’eventuale commissione di reati ambientali connessi allo smaltimento di rifiuti speciali ed olii esausti.