Cronaca Nera

TUTTI I NOMI. Nino Crispino raduna una 70ina tra imprenditori e professionisti in un ristorante di CASERTA

Le dichiarazioni dei vari Della Gatta, Morelli, Traettino & Co.


CASERTA - L'ingegnere Crispino ha contribuito a che Casertace conoscesse questa notizia, per questo motivo la pubblichiamo così come è, attraverso un semplice e asciutto resoconto contenente il nome dei partecipanti alla mega cena organizzata da Crispino, ieri sera, giovedì, nel ristorante casertano, Incontri di vino, che si trova nei pressi delle frazioni di Falciano e di S.Benedetto. Crispino è uno di ampie relazioni, ma è chiaro che quest'incontro, non può seriamente essere rubricato in un significato fornito dalle parole molto rituali e convenzionali pronunciate nei vari itnerventi dagli imprenditori e dalle altre persone che hanno preso la parola. Questo non lo diciamo perché necessariamenet, da parte nostra, esiste una volontà di cercare il significato delle cose al di là e al di fuori delle parole con cui queste vengono presentate, ma semplicemente perché conosciamo questa terra e perché conosciamo la storia imprenditoriale di molti dei partecipanti alla cena di ieri sera. Siccome il bon ton e la riconoscenza nei confronti dell'ingegnere Crispino, che ci ha fatto conoscere questa notizia, sono un atto dovuto, per il momento, ma solo per il momento ci fermiamo qui. G.G. QUESTO L'ASCIUTTO ARTICOLO CRONISTICO SULL'EVENTO DI IERI SERA Una cena tra amici del mondo imprenditoriale, professionale e sociale ha stimolato una riflessione sulla città di Caserta, a prescindere dall'appartenenza o dall'idea politica di ciascuno. Presenze autorevoli di imprenditori, avvocati, medici, commercialisti, dirigenti, docenti universitari, che hanno risposto all'invito dell'ing. Nino Crispino. Luciano Morelli (no ad un impegno diretto in politica, ma occorrono scelte nell'individuare gente che sappia prendere decisioni e che aiuti l'impresa. Bisogna essere intolleranti con chi governa), Carlo Cicala ( oggi in politica non vedo nessuno pragmatico e decisionale, i pochi che c'erano sono scomparsi), Gianluigi Traettino ( l'impegno per una progettualità che veda Caserta proiettata nell'ambito regionale e nazionale ed una classe politica che è in grado di attuarla), Sandro Casale ( attraversiamo una crisi strutturale e non congiunturale che ci obbliga ad una rinascita di progetti per la città e ad una intransigenza della classe politica attuale incapace di gestire la complessità del momento), Clemente Pascarella ( si pensi alla faraginosita' degli iter procedurali burocratici che non aiutano a fare impresa), Vittorio Pisanti ( anche nel settore delle categorie professionali si soffre la ingestibilita' del momento di crisi), Mimmo Santonastaso ( importante e' il tempo in cui intervenire ed ora è quello buono per rilanciare una progettualità per la Città), Franco Mascia ( progetti sani per una rinascita di Caserta), Leonardo Caracciolo ( il volontariato non può esimersi da un impegno di rivitalita' sociale e culturale in questo momento di grave crisi di valori e di progetti), Andrea Funari, Luigi Caterino, Enzo Bove, Antonio Farina, Enzo Penzi, Francesco Landolfi, Mario Pagano Granata, Nino Della Gatta, Franco Canzano, Angelo Parente, Nando Del Rosso, Carlo Izzo, Katya Giordano,  Valentina Crispino, l'ing. Dennetta, Raffaele Iavazzi, Francesco De Biase, Luigi Pezone, Ruggiero Di Pietro, l'avv. Carozza, Pasquale Di Giovanni, Enzo Chirico, Sebastiano Corvino, Michele Izzo, Emilio Darantola, Francesco Bonavolonta, Alfonso Letizia, Antonio Pezone, Raffaele Tartaglione, Salvatore Tartaglione, Massimo Pellino, Ciro D'Ambra, Raffaele Pezzella, Gianni Mincione, Gaetano Barbarano, Tommaso Cervone, Manfredi Paterniti, Gigi Del Rosso, Antonio Migliaccio, Carmine Diana, Augusto Imondi, Achille Callipo, Gustavo De Negri, Antonio Della Gatta, Francesco Di Rienzo, Carlo Barbagallo, Elio Pacifico, Fulvio Fiorillo, Pietro Caturano, Francesco Crispino, Aldo Colamatteo, Peppe Altieri, Salvatore Balivo, ing. Addelio ed altri. I convitati hanno condiviso un gruppo di studio e di analisi per l'elaborazione della progettualità di programmi e azione per la città  di Caserta così costituito: Comm. Farina Antonio, Traettino Gianluigi, Bove Vincenzo, Pisanti Vittorio, Caterino Luigi, Santonastaso Domenico, Pezone Antonio, Mascia Francesco, Caracciolo Leonardo, Casale Alessandro e Crispino Antonio. Red.Po.